Rugby & Scommesse: l’Inghilterra lotta contro le combine

La Federazione inglese ha stipulato un contratto triennale con una società specializzata nel monitorare le scommesse nello sport.

Una piaga che coinvolge molti sport e che, da noi per esempio, ha sollevato scandali incredibili e processi penali. Le scommesse nello sport, seppur legali, corrono sempre sul filo del pericolo e il rischio di combine e corruzione è sempre dietro l’angolo. E l’Inghilterra ovale corre ai ripari.

“Anche se il rugby non è visto come uno sport ad alto rischio in questo senso, la Rfu riconosce che è essenziale avviare un’azione preventiva per proteggere il rugby, i suoi partecipanti e la sua integrità” ha dichiarato il ceo della RFU Ian Richie, annunciando l’accordo raggiunto tra la Federazione inglese e la società Sportradar, specializzata proprio nel monitorare le scommesse nello sport.

La società, attiva dal 2004 nel controllo della corruzione all’interno di diversi sport, lavorerà a fianco della Federazione, della Premiership Rugby e della Rugby Players Association per monitorare i maggiori tornei sul territorio inglese. Quindi l’Aviva Premiership Rugby, la Greene King IPA Championship, la LV= Cup e la British and Irish Cup, oltre ai test match autunnali dell’Inghilterra.

Credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo