Pro 12: Zebre amare a Swansea

Si è conclusa la sfida tra la franchigia federale e i gallesi.

Sogna per un tempo la franchigia federale, che con Cristiano si porta avanti, mentre gli Ospreys puntano tutto sui piedi di Morgan. Poi, però, due mete in tre minuti lanciano i gallesi e la realizzazione di Vunisa non basta a recuperare il gap. 

Un gioco al piede perfetto di Matthew Morgan e due mete in sequenza a inizio ripresa danno agli Ospreys la vittoria su delle Zebre combattive al Liberty Stadium, dove finisce 30-20.

Si inizia con la meta di Filippo Cristiano, che zittisce lo stadio, ma con Morgan che al piede mantiene i gallesi in partita per tutto il primo tempo. Morgan si alterna alla piazzola con Paolo Buso e Gonzalo Garcia, ma sono le mete di Tyler Ardron e Duncan Jones nella ripresa a far scappare la partita dalle mani delle Zebre, nonostante l’ultima meta di Samuela Vunisa.

Gli Ospreys passano subito in vantaggio con il piede di Morgan, con i padroni di casa a spingere, avvicinarsi alla meta, ma che devono poi accontentarsi di piazzare due calci con l’apertura. Così, è proprio un calcio sbagliato del ventunenne, intercettato da Dries van Schalkwyk, a dare il via all’azione che porta alla meta di Cristiano, con Buso che trasforma. Ma a rendersi pericolosi sono sempre gli Ospreys, anche se non sfondano ed è Morgan a chiudere il primo tempo con i padroni di casa in vantaggio per 15-13, grazie al 5 su 5 dalla piazzola.

La musica cambia a inizio ripresa, quando gli Ospreys finalmente sfondano. Una bella azione da Hanno Dirksen a Fussell porta l’ovale fino ad Ardron che marca la prima meta dei padroni di casa, non trasformata da Morgan. Tre minuti e arriva il bis. Buco di Morgan e il pilone Jones che conclude per la meta che chiude virtualmente il match. Si illudono le Zebre quando Vunisa va oltre la linea di meta poco dopo l’ora di gioco, ma un altro fallo piazzato da Morgan riporta i padroni di casa a +10.

OSPREYS – ZEBRE 30-20
Sabato 23 novembre, ore 15.30 
Ospreys
: 15 Richard Fussell, 14 Hanno Dirksen, 13 Jonathan Spratt, 12 Ben John, 11 Jeff Hassler, 10 Matthew Morgan, 9 Tito Tebaldi, 1 Duncan Jones, 2 Scott Baldwin, 3 Aaron Jarvis, 4 Lloyd Peers, 5 James King, 6 Tyler Ardron, 7 Sam Lewis, 8 Joe Bearman
In panchina: 16 Matthew Dwyer, 17 Marc Thomas, 18 Dan Suter, 19 Graham Knoop, 20 Arthur Ellis, 21 Rhys Webb, 22 Sam Davies, 23 Tom Issacs
Zebre:15 Dion Berryman, 14 David Odiete, 13 Roberto Quartaroli, 12 Gonzalo Garcia, 11 Giulio Toniolatti, 10 Paolo Buso, 9 Brendon Leonard, 8 Samuela Vunisa, 7 Andries Van Schalkwyk, 6 Filippo Cristiano, 5 Michael Van Vuren, 4 Augustin Cavalieri, 3 David Ryan, 2 Andrea Manici, 1 Salvatore Perugini
In panchina: 16 Tommaso D’Apice, 17 Andrea De Marchi, 18 Luciano Leibson, 19 Emiliano Caffini, 20 Nicola Cattina, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Alberto Chillon, 23 Enrico Ceccato
Marcatori: 2′ cp. Morgan, 10′ cp. Morgan, 12′ m. Cristiano tr. Buso, 23′ cp. Morgan, 27′ cp. Buso, 30′ cp. Garcia, 37′ cp. Morgan, 40′ cp. Morgan, 45′ m. Ardron, 48′ m. Jones tr. Morgan, 61′ m. Vunisa tr. Garcia, 76′ cp. Morgan

Credit image by Zebre Rugby

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+