Affari italiani: Gavazzi “Dogi? No, Benetton. E senza Munari…”

Il presidente della Fir ha rilasciato un’intervista in cui parla del passato, presente e futuro del rapporto con il club veneto.

I Dogi li ha inventati lui e non vedranno la luce per quattro anni. I rapporti con Treviso non sono facili, ma senza Munari possono solo migliorare. E le Zebre stanno cercando finanziatori privati. Si può riassumere così l’intervista rilasciata da Alfredo Gavazzi a Ivan Malfatto questa mattina.

“I Dogi? Ne ho sempre auspicato la nascita. Anzi, si può dire che li ho inventati io quando li ho proposti ai club veneti in febbraio, dopo la lettera dove Treviso si disimpegnava dal Pro 12. Ma poi il Benetton ha sottoscritto con la Fir un’intesa di quattro anni. Di Dogi se ne riparlerà, eventualmente, dalla stagione 2018/19. E chissà dove saremo allora Zatta ed io”.

Così il numero 1 della Fir liquida le parole di Zatta che auspicava la ripresa del cammino dei Dogi nel prossimo biennio. Poi Gavazzi passa ai rapporti con Treviso, non facili. “Meglio che non parli” dice, quando gli si chiede di come sta funzionando la collaborazione. Ma il presidente federale ha il “colpevole”.

“Lui (Vittorio Munari, ndr.) pensa di essere il più bravo, il più furbo, il più intelligente. Invece come tutti ha qualità e difetti, gliel’ho sempre detto in faccia e glielo ripeto pubblicamente. Ho sempre ritenuto che fosse un ostacolo a una collaborazione costruttiva con Treviso. Il suo allontanamento è una condizione per poter lavorare meglio”.

Passando da Treviso a Parma, dopo aver parlato di Mirco Bergamasco (“C’erano le condizioni per prenderlo”) parla dell’ipotesi – di cui si parla inutilmente da anni – dell’ingresso di privati nella franchigia federale.

“Le Zebre devono essere sempre più indipendenti e autonome dalla Fir nella gestione. Sul budget economico privato si sta impegnando molto Giancarlo (Dondi, ndr). Qualcosa ha già trovato. Quando s’impegna lui sono certo, conoscendolo, che i risultati arriveranno”.


Seguici su Google+

Ultime notizie su Guinness Pro14

Tutto su Guinness Pro14 →