Test Match: Galles-Tonga già iniziata, è guerra di parole

Botta e risposta tra Shaun Edwards e Nili Latu a proposito del presunto gioco violento dei tongani.

“L’arbitro ci protegga dai tongani”. “Edwards ci insulta”. La battaglia tra Galles e Tonga è iniziata in largo anticipo e protagonisti sono stati l’assistant coach dei Dragoni e il capitano del pacifici. Tema del dibattito: l’attitudine a giocare oltre il limite da parte dei tongani.

A iniziare è stato Shaun Edwards, che parlando del match di sabato prossimo ha evidenziato sia l’espulsione di Taumalolo contro la Francia sia la prestazione delle Fiji a Cremona. “E’ fondamentale che l’arbitro protegga i nostri giocatori – ha dichiarato il tecnico –. Sono sicuro che non cadrà nella trappola, anche perché è un dato di fatto che certi comportamenti si ripetono nel tempo” ha concluso, evidenziando come la rissa di Le Havre non sia stato un caso.

“Per me è un insulto – la pronta risposta di capitan Latu –. E’ uno sport di contatto, e chiunque giochi a rugby, non solo samoani, figiani o tongani, mette fisicità nei contatti. E’ una cosa di cui andiamo fieri, anche se è vero che ogni tanto esageriamo e regaliamo punizioni stupide. Ma l’arbitro deve fare il suo lavoro e non falsarlo, come gioco o come risultato”.

Credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+