Rugby & Doping: Bénézech punta il dito contro sei nazionali francesi

L’ex pilone francese ha indicato in Thierry Dusautoir, Nicolas Mas, Frédéric Michalak, Benjamin Kayser, William Servat e Wesley Fofana sei casi dubbi di crescita fisica.

E’ iniziato venerdì a Parigi il processo per diffamazione nei confronti dell’ex nazionale francese Lawrence Benezech, intentato da 134 giocatori professionisti. Bénézech nei mesi scorsi aveva apertamente parlato di doping nel rugby francese, fin dal 1995. Ma ora, nell’aula di tribunale, l’ex giocatore si difende attaccando.

Il primo attacco ha come obiettivo il giovane giocatore del Clermont Paul Jedrasiak, il quale secondo Bénézech sarebbe cresciuto di 20 kg tra la primavera e l’autunno del 2013. Poi l’attenzione si è spostata sul Brive (campione d’Europa nel 1997), tra le cui fila dal 1995 in poi ci sarebbero stati ben cinque casi di leucemia.

APPROFONDISCI: Rugby & Doping, Bénézech attacca “Il sistema lo vuole”

Bénézech , poi, ha mostrato le fotografie di sei campioni dei Bleus. Immagini di inizio carriera e oggi, dove secondo l’ex campione si nota un’evoluzione fisica innaturale, dovuta invece all’utilizzo dell’ormone della crescita. I giocatori sono Thierry Dusautoir, Nicolas Mas, Frédéric Michalak, Benjamin Kayser, William Servat e Wesley Fofana.

APPROFONDISCI: Bénézech accusa “Dopati ai Mondiali ’95” e punta il dito contro Lapasset

Infine, sul banco dei testimoni si è seduto Jacques Servat (nessuna parentela con l’altro Servat citato, William, ndr.). Servat è un componente del GIGN, un’unità speciale della Gendarmeria nazionale francese specializzata nelle operazioni di antiterrorismo. Servat ha detto che durante i mondiali del 2007 la sua squadra era impiegata a garantire la sicurezza della nazionale inglese. Alla fine della RWC gli inglesi avrebbero regalato al GIGN la propria attrezzatura, compresi gli integratori alimentari utilizzati. Ebbene, secondo Servat, le sue truppe avrebbero preso questi integratori prima di una successiva missione in Afghanistan e alcuni elementi avrebbero messo su 14 kg di massa fisica in sole 10 settimane.

Il processo continua, ma si aspetta anche una reazione dei giocatori tirati in ballo da Bénézech.


Seguici su Google+

I Video di Blogo