Firenze: incidente mortale alla stazione di Santa Maria Novella

Un operaio di 34 anni è stato travolto da una motrice durante le operazioni di formazione di un treno per pendolari.

Tragico incidente, nella notte, alla stazione ferroviaria Santa Maria Novella di Firenze. Un operaio, il 34 enne Fabrizio Fabbri, è morto travolto da una motrice in manovra che è deragliata. Il dipendente delle Ferrovie aveva funzioni di pilotaggio e manovra e, secondo i compagni di lavoro, era esperto e prudente. Lascia la moglie e un figlio piccolo.

L’incidente è avvenuto poco dopo la mezzanotte al binario due, dove era in formazione un convoglio. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, si stavano aggiungendo vagoni per creare un treno passeggeri destinato ai pendolari. La motrice ha improvvisamente divelto i respingenti di fine binario. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia giudiziaria per accertare le responsabilità.

L’ultimo incidente mortale a Firenze era datato 2008, tra le stazioni di Rifredi e Castello. In una nota, Ferrovie dello Stato ha annunciato di aver già aperto un’indagine: “Trenitalia ha già avviato un’inchiesta per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente. Inspiegabilmente, risulta che il Sistema di sicurezza, che avrebbe arrestato il movimento del treno (Scmt), non risultava inserito durante l’operazione di trasferimento del convoglio”.

Trenitalia esprime poi, naturalmente, il “proprio cordoglio ai familiari del dipendente deceduto”. Inutili sono stati i tentativi dei colleghi della vittima di salvarlo: l’uomo, residente nel Mugello, infatti è morto sul colpo.