Italia – Fiji: Brunel “Dagli azzurri voglio un’altra determinazione”

Il tecnico francese sottolinea i troppi errori in difesa fatti con l’Australia e con le Fiji vuole un’altra Italia.

Il ct azzurro Jacques Brunel ha spiegato ieri le proprie scelte dopo l’annuncio del XV titolare che domani a Cremona affronterà le Fiji nel secondo Cariparma Test Match di novembre. Un match fondamentale dopo la brutta prova di Torino e dopo quattro sconfitte consecutive.

“Sabato a Torino contro l’Australia – ha spiegato il tecnico dell’Italrugby – la squadra non si è espressa come volevamo, e questa è sicuramente una delle motivazioni dietro ai tanti cambi. L’altra è che vogliamo usare queste partite per dare spazio ai giocatori convocati, e con la squadra scelta per la gara con Fiji tutti sono già almeno una volta nella lista dei ventitrè. Contro l’Argentina tireremo le somme di quanto visto nei primi centosessanta minuti”.

“Il morale non può essere buono dopo la sconfitta contro i Wallabies – ha detto Brunel – ma è chiaro che ci aspettiamo un atteggiamento ed un approccio diversi contro Fiji, specialmente per quanto riguarda la difesa. All’Olimpico non abbiamo avuto le risposte che ci aspettavamo a livello collettivo e pagato degli errori individuali: un conto è l’organizzazione, un altro la determinazione e questa, a tratti, è mancata”.

“Credo che le problematiche legate alla nuova sequenza di ingaggio in mischia perdureranno per tutta la finestra internazionale di novembre, ci sono state difficoltà in tutte le partite che ho visto. Contro l’Australia abbiamo avuto sette calci a favore e tre contro e la mischia ha finito per non avere il peso che ci aspettavamo. Trovo che il fatto che sia l’arbitro a dire al nove quando introdurre – ha spiegato il ct azzurro – offra un vantaggio a chi difende”.

Sul giovane numero dieci Allan, che partirà nuovamente dalla panchina dopo l’esordio nei minuti finali di Torino, Brunel ha dichiarato: “Tommaso ha giocato venti minuti interessanti contro l’Australia, queste partite sono importanti per me per conoscerlo meglio, vedere le sue qualità a livello internazionali. Siamo a due anni dalla Rugby World Cup e se vogliamo inserirlo stabilmente nel gruppo questo è il momento giusto per farlo”.

In chiusura, Brunel non ha nascosto le difficoltà della sfida dello Zini contro Fiji: “Mi aspetto una partita molto difficile per noi, conosco bene i figiani dal momento che moltissimi di loro giocano in Francia e sono tra i migliori trequarti del Top14”.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo