Italia – Fiji: Brunel cambia per cambiare rotta

Il tecnico azzurro ha annunciato la formazione che sabato affronterà i pacifici a Cremona.

Un’altra Italia per rialzare la testa, battere le Fiji e interrompere la striscia negativa iniziata a giugno in Sud Africa. Jacques Brunel rispolvera la vecchia guardia per fermare i fisici pacifici, con una formazione più conservatrice rispetto a quella vista a Torino.

Otto i volti nuovi nel XV titolare scelto da Brunel rispetto alla gara di sabato scorso a Torino contro l’Australia, nove in tutto le modifiche apportate alla formazione titolare per la partita contro la selezione del Sud Pacifico reduce dal successo per 36-13 sul Portogallo della scorsa settimana a Lisbona.

Nel triangolo allargato conserva il posto il solo Luke McLean nel ruolo di estremo, mentre all’ala il CT schiera le Zebre Giovambattista Venditti e Tommaso Iannone. Tra i centri, Luca Morisi passa a primo centro dopo aver vestito la maglia numero tredici – che passa sulle spalle del veterano Gonzalo Canale – contro i Wallabies. In mediana confermato Edoardo Gori alla mischia, ma questa volta il 23enne numero nove della Benetton divide la cabina di regia con Luciano Orquera, che prende il posto di Alberto Di Bernardo.

In terza linea, Brunel si affida all’esperienza: capitan Sergio Parisse festeggia il suo centesimo cap dividendo il reparto con altri due veterani azzurri, Mauro Bergamasco – alla novantacinquesima apparizione – ed Alessandro Zanni, quest’ultimo alla cinquantaquattresima apparizione consecutiva in Nazionale, unico atleta sempre presente in azzurro dal novembre 2008 ad oggi.

Doppio cambio in seconda linea con la coppia formata da Valerio Bernabò e Quintin Geldenhuys chiamata a garantire possessi, mentre in prima linea l’unica novità è costituita dal rientro dal primo minuto di Leonardo Ghiraldini mentre conservano la maglia da titolare Michele Rizzo a sinistra e Martin Castrogiovanni – anche lui, come capitan Parisse, alla centesima maglia azzurra – sul lato destro della prima linea.

In panchina prendono posto il tallonatore Davide Giazzon, i piloni Matias Aguero e Lorenzo Cittadini, Joshua Furno in grado di ricoprire i ruoli di seconda linea e flanker, il figiano d’Italia Manoa Vosawai come flanker e numero otto, i mediani Tobias Botes e Tommaso Allan e l’esordiente Michele Campagnaro come utility back.

Sabato pomeriggio allo “Zini”, che ospita il primo test match internazionale di rugby della propria storia, Italia e Fiji si affrontano per la nona volta: il bilancio, ad oggi, è di quattro vittorie per parte. Ultimo precedente a Modena, nel 2010, con vittoria italiana per 24-16.

Italia: 15 Luke Mclean, 14 Giovambattista Venditti, 13 Gonzalo Canale, 12 Luca Morisi, 11 Tommaso Iannone, 10 Luciano Orquera, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Mauro Bergamasco, 6 Alessandro Zanni, 5 Valerio Bernabò, 4 Quintin Geldenhuys, 3 Martin Castrogiovanni, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Michele Rizzo
In panchina: 16 Davide Giazzon, 17 Matias Aguero, 18 Lorenzo Cittadini, 19 Joshua Furno, 20 Manoa Vosawai, 21 Tobias Botes, 22 Tommaso Allan, 23 Michele Campagnaro

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo