Sud Africa: con la Scozia si farà una discriminazione razziale nelle convocazioni?

Scoppia la polemica in Sud Africa, dopo che il presidente della Saru Oregan Hoskins ha ammesso pressioni sul ct degli Springboks per far giocare più neri sabato prossimo.

Torna d’attualità la questione delle “quote nere” nel rugby. Mesi fa vi avevamo raccontato di come il Ministero per lo Sport stia introducendo una legge per obbligare gli sport di squadra a garantire un numero minimo di convocazioni per gli atleti di colore. Una legge che ha scatenato forti polemiche e che ora arrivano fino all’International Rugby Board.

APPROFONDISCI: Sud Africa e razzismo: torna la follia delle “quote nere”

Sulle pagine del quotidiano sudafricano Beeld, infatti, è intervenuto Oregan Hoskins, gran capo della federazione sudafricano, parlando degli Springboks e del ruolo dei rugbisti neri in squadra.

“Dobbiamo dare ai giocatori neri, più precisamente ai “neri africani” più chance in squadra. Ho parlato con l’allenatore ed è d’accordo che è il momento giusto. Sono convinto che vedremo già uno o due cambi contro la Scozia questo weekend”.

Insomma, la formazione del Sud Africa di sabato non verrà dettata da scelte tecniche, dalla qualità dei giocatori o dal loro stato di forma ma – in parte – dal colore della loro pelle. Una scelta che ha scatenato la risposta dell’Afriforum – un’organizzazione no profit dei bianchi sudafricani – che ha apertamente parlato di “discriminazione razziale” e di “discriminazione delle minoranze” (i bianchi in Sud Africa sono il 13%, ndr.). L’Afriforum ha scritto all’Irb, accusando gli Springboks di sottostare a interferenze politiche.

APPROFONDISCI: Sud Africa: Quote nere e quel concetto distorto della democrazia

Accuse pesanti che riaccendono la miccia su un caso molto pericoloso e scottante. Le politiche del ministro Mbalula sono sotto la lente d’ingrandimento, l’introduzione di “quote nere” è molto pericolosa, al limite (od oltre) della discriminazione razziale. E ora le parole di Hoskins potrebbero essere la goccia che fa traboccare il vaso. Si può scegliere la formazione da mandare in campo in base al colore della pelle? No, qualunque questo sia. Se no è razzismo, piaccia o meno.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+ e Pinterest

I Video di Blogo