I test “minori”: Georgia e Romania fanno sorridere l’Italia, le Fiji battono il Portogallo

Ecco come sono andate le sfide “degli altri” nel lungo sabato ovale.

Perdere 50-20 e salire nel ranking. Cose che accadono nel rugby, cose che accadono all’Italia. Ieri, infatti, erano in programma diversi incontri internazionali, magari meno affascinanti di Galles-Sud Africa o Francia-All Blacks, ma importanti comunque. Ecco come sono andati ed ecco perché l’Italia da domani sarà 11sima nel ranking.

A Tiblisi andava in scena la partita tra la Georgia e il Canada, con i nordamericani subito alle spalle dell’Italia nel ranking mondiale. Una vittoria netta dei canadesi avrebbe significato per gli azzurri il tredicesimo posto mondiale, ma – invece – è la Georgia a imporsi per 19-15, decisiva la meta di Tedore Zibzibadze.

Emozioni ed equilibrio anche a Bucarest, dove la Romania finisce per imporsi di un solo punto (19-18) sulle isole Tonga. Un successo di gran lusso per i rumeni, un ko grave per le Tonga che, così, scivolano dall’undicesimo al dodicesimo posto nel ranking, superate dall’Italia.

Senza storia, invece, la sfida di Lisbona, dove il Portogallo è stato battuto nettamente dalle isole Fiji, prossime avversarie dell’Italia a Cremona sabato prossimo. Sei mete per i pacifici e 36-13 finale.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo