Test Match: l’Italia illude, poi è solo Australia

Brutta prova degli azzurri che subiscono sette mete.

Un quarto d’ora per sognare, 65 minuti per soffrire. Il 10-0 con cui l’Italia si presenta al pubblico di Torino è una fiammata prima della salita in cattedra dell’Australia che contro una difesa in sofferenza prende il largo senza problemi.

Si inizia con l’Australia in attacco, ma l’Italia difende bene, conquista l’ovale in touche e al 2′ può risalire il campo con una punizione. Il primo attacco azzurro è un multifase con molti falli australiani e, alla fine, Jackson ferma tutto e Di Bernardo può andare sulla piazzola. Così al 5′ l’Italia passa in vantaggio. Ma subito dopo Benvenuti in difficoltà in ricezione, passa a McLean sotto pressione che fa tenuto e Cooper che può subito impattare il risultato, ma l’apertura sbaglia malamente il calcio. Un fallo in mischia azzurra permette all’Australia di restare in attacco, ma una palla presa al volo di Castro dà il via a una bellissima azione azzurra, con l’ovale che corre veloce fino a Luke McLean che può schiacciare in meta, dopo un’azione portata avanti da Di Bernardo, Morisi, Benvenuti e ancora Di Bernardo. La risposta australiana è, però, immediata e al 16′ è Ben Mowen a schiaccare vicino ai pali dopo un prolungato assedio nei 22 azzurri.

Il secondo quarto inizia con il primo, vero, buco della difesa azzurra e l’Australia non si fa trovare impreparata. Azione che parte da Israel Folau e si conclude con la meta di Tevita Kuridrani per il sorpasso degli ospiti. Ora soffre l’Italia, l’Australia trova più spazi e gli azzurri difendono con meno cattiveria, arretrando a ogni percussione avversaria. Si salva, comunque, il XV di Jacques Brunel e risale il campo al piede, togliendosi la pressione di dosso quando si arriva quasi alla mezz’ora. Ma subito dopo un fallo azzurro riporta in attacco l’Australia che non perdona e dalla fascia sinistra si infila Cummins e terza meta per i Wallabies che allungano pericolosamente. Un calcio di Parisse obbliga gli australiani al fallo d’ostruzione e al 35′ Di Bernardo torna sulla piazzola, ma lo sbaglia. Poi azione show di Parisse e Castro, ma il pilone azzurro si infortuna nell’occasione, anche se resta in campo. Italia che fatica in mischia chiusa, ma guadagna una nuova punizione a un minuto dalla fine del primo tempo, ma Di Bernardo svirgola anche questo pallone, sprecando un’occasione d’oro. Si va così negli spogliatoi con l’Australia avanti di nove, un’Italia buona all’inizio, ma che poi difende arretrando troppo e faticando in mischia. Australia che, curiosamente, resta in campo nell’intervallo.

La ripresa inizia con l’Australia subito ad affondare i suoi colpi, l’Italia che difende e continua a soffrire. Prova a reagire l’Italia, ma sbatte contro il muro wallabie. Al 51′ un brutto errore in difesa di Edoardo Gori lascia la strada libera ancora a Cummins che punisce per la quarta volta gli azzurri. Prova una reazione l’Italia, ma continua a perdere gli impatti in mischia e in difesa, subendo il gioco wallabie. Così sono ancora gli ospiti a fare male e al 58′ arriva la quinta meta con Ashley-Cooper. Allo stesso minuto da segnalare l’esordio di Tommaso Allan in azzurro.

Finalmente si vede dell’Italia a inizio ultimo quarto, subito Allan si mette in mostra con un paio di bei passaggi e alla fine è Lorenzo Cittadini ad andare in meta, a una settimana dall’addio al padre. Ma è solo un guizzo, subito dopo riprende il monologo australiano e Leali’ifano piazza altri tre punti per gli ospiti. Un giro d’orologio neanche e arriva la sesta meta australiana con Tomane, che vola nel corridoio lasciato libero dalla difesa di un’Italia ormai in ginocchio. E i Wallabies possono ora divertirsi e al 70′ arriva la meta di Israel Folau, con gli australiani che vanno a quota 50 punti. Al 76′ Josh Furno si tuffa oltre la linea di meta, ma non schiaccia e nulla di fatto. Arriva, infine, la meta azzurra con Tommaso Allan.

ITALIA – AUSTRALIA 20-50
Sabato 9 novembre, ore 15.00 – Stadio Olimpico, Torino
Italia: McLean; Benvenuti T. (19′ st. Iannone), Morisi, Sgarbi, Sarto L.; Di Bernardo (19′ st. Allan), Gori (30′ st. Botes); Parisse (cap), Barbieri R., Zanni; Bortolami (23′ st. Furno), Pavanello A. (10′ st. Geldenhuys); Castrogiovanni (19′ st. Cittadini), Giazzon (10′ st. Ghiraldini), Rizzo (10′ st. Aguero)
Australia: Folau; Ashley-Cooper (26′ st. Tomane), Kuridrani, Toomua, Cummins; Cooper (20′ st. Leali’Ifano), Genia (30′ st. White); Mowen (cap), Hooper (23′ st. Gill), Simmons; Horwill, Timani (17′ st. Dennis); Alexander (11′ st. Kepu), Moore (26′ st. Faingaa), Slipper (20′ st. Robinson)
Marcatori: 5′ cp. Di Bernardo, 12′ m. McLean tr. Di Bernardo, 16′ m. Mowen tr. Cooper, 22′ m. Kuridrani tr. Cooper, 32′ m. Cummins, 51′ m. Cummins tr. Cooper, 58′ m. Ashley-Cooper tr. Cooper, 63′ m. Cittadini, 66′ cp. Leali’ifano, 67′ m. Tomane tr. Leali’ifano, 70′ m. Folau tr. Leali’ifano, 78′ m. Allan

I Video di Blogo