Berlusconi lascia? O … raddoppia?

Se non è una bufala, la notizia è la bomba che più bomba non si può: Silvio Berlusconi pronto a farsi da parte in cambio dell’approvazione del Lodo Alfano? A ipotizzarlo è Affaritaliani.it, di solito bene informato, specie sui fatti del Cavaliere. E il quotidiano milanese di Angelo Maria Perrino non “inventa”, perché ha solo

Se non è una bufala, la notizia è la bomba che più bomba non si può: Silvio Berlusconi pronto a farsi da parte in cambio dell’approvazione del Lodo Alfano?

A ipotizzarlo è Affaritaliani.it, di solito bene informato, specie sui fatti del Cavaliere. E il quotidiano milanese di Angelo Maria Perrino non “inventa”, perché ha solo raccolto le voci che sempre più insistentemente circolano nei piani alti dei Palazzi che contano.

Il Premier teme che dense nubi si avvicineranno presto sul suo capo, nubi da far presagire tempeste devastanti. Non si tratterebbe (solo) delle solite questioni piccanti di feste e donne, bensì di nodi giudiziari irrisolti e irrisolvibili, con conseguenze molto pesanti per Berlusconi.

Il capo del governo potrebbe cogliere al volo due opportunità significative: l’appello del presidente Napolitano per una pacificazione politica e il successo del G8 a L’Acquila.

Con le dovute garanzie, Berlusconi potrebbe salutare, da vincitore, la compagnia. Non un addio alla politica, perché poi un ruolo autorevole a livello internazionale si trova sempre. Un passo fuori dai confini italici, finalmente senza più la spada di damocle della magistratura italiana.

Il Cav, si sa, è un artista dell’improvvisazione, capace di qualsiasi colpo di scena, anche il più inquietante. Gli servirebbe davvero barattare il Lodo Alfano con il suo ritiro dalla scena politica?

Forse è l’ennesima mossa per disorientare gli avversari interni ed esterni, per destabilizzare il Paese, portandolo su un piano inclinato, al limite della tensione e quindi dell’ingovernabilità.

A quel punto ci vorrebbe poco per trasformare un premier democratico in un “caudillo”, i cittadini italiani in sudditi.

I Video di Blogo