Junior World Championship: grandi azzurrini! Battuta l’Argentina

Si è conclusa da poco la seconda partita dei Mondiali juniores che si stanno svolgendo in Nuova Zelanda.

Una vittoria cercata, voluta, sofferta. L’Italia Under 20 fa il colpaccio, batte l’Argentina per 29-26 e fa un passo avanti importante nella corsa a evitare l’ultimo posto nel girone. Match equilibrato, con il punteggio sempre in bilico e risolto sono negli ultimi minuti a favore degli azzurrini, grazie a un calcio di Buscema al 74′.

L’Italia U20 di Alessandro Troncon si lascia alle spalle la battuta d’arresto contro l’Inghilterra e, nella seconda giornata del Mondiale di categoria in Nuova Zelanda, centra una delle vittorie più prestigiose degli ultimi anni superando per 29-26 l’Argentina allenata dall’ex Azzurro Rodolfo Ambrosio, in fondo ad ottanta minuti equilibrati e combattutissimi, con le squadre che si alternano al comando della gara sin dalle prime battute, dimostrando di equivalersi in quasi tutte le aree del gioco.

Nella prima frazione di gioco il pack argentino sembra avere qualcosa in più in mischia chiusa, ma nella ripresa gli otto uomini di mischia in maglia azzurra – i Pumitas vestono per l’occasione in rosso – prendono le misure e finiscono in più occasioni per avere la meglio. A decidere il match nelle battute finali, quando la sfida diventa un affare tra i due numeri dieci e capitanoi Fernandez e Buscema, un piazzato del numero dieci dell’UR Capitolina che sfrutta al meglio il grande lavoro di un pacchetto di mischia indomabile e sigla il 29-26.

Ma è sull’assalto finale dell’Argentina, alla ripresa del gioco, che l’Italia U20 offre una grande dimostrazione di lucidità e coraggio, resistendo ad oltre venti fasi di gioco dei Pumitas chiuse con una contro-ruck che permette di allontanare la pressione. Non è ancora finita, perché i sudamericani sfruttano l’ultimo possesso da touche per imbastire una rolling maul, ma l’Italia non si deconcentra, ferma l’avanzata e riconquista ancora il pallone: quel che serve per poter festeggiare una delle vittorie più prestigiose, a livello giovanile, dell’ultimo decennio. Martedì 10, a Pukekohe, terza ed ultima giornata della Pool A contro l’Australia.

Argentina v Italia 26-29
Argentina: Riera (1’ st. Boffelli); Gimenez, Alvarez, Ezcurra, Etchart; Fernandez (cap), Bernardini; Montagner, Deheza, Lezana; Pagadizabal, Rosti; Ramirez (1’ st. Arregui), Calles (1’ st. Sanchez), Gigena (28’ st. Del Cerro)
Italia: Di Giulio Ga.; Di Giulio Da. (23’ st. De Santis), Bellini, Gabbianelli, Bruno; Buscema (cap), Azzolini; Cornelli, Lazzaroni (29’ st. Ruzza), Giammarioli (32’ st. Manganiello); Trotta, Michieletto (32’ st. Scalvi); Ferrari (17’ st. Silva), Daniele (26’ st. Buonfiglio), Vento (15’ st. Appiah)
Marcatori: p.t. 3’ cp. Fernandez (3-0); 6’ m. Di Giulio Ga. tr. Buscema (3-7); 18’ m. Ramirez tr. Fernandez (10-7); 32’ cp. Fernandez (13-7); 35’ cp. Buscema (13-10); 37’ m. Bruno tr. Buscema (13-17); s.t. 3’ cp. Buscema (12-20); 4’ m. Ezvurra tr. Fernandez (20-20); 7’ drop Buscema (20-23); 14’ cp. Fernandez (23-23); 28’ cp. Buscema (23-26); 30’ cp. Fernandez (26-26); 35’ cp. Buscema (26-29)

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+ e Pinterest

I Video di Blogo