Polemiche ovali: “Tolone non rispetta le regole, lo sanno tutti”

Il presidente dello Stade Français attacca il club di Mourad Boudjellal per gli stipendi che vanno oltre il salary cap.

“Il Tolone non rispetta il tetto salariale da quattro anni e lo sanno tutti”. Questa la frase pronunciata da Thomas Savare, presidente dello Stade Français, e che scatenerà non poche polemiche in Francia. Un attacco diretto del numero 1 di Parigi, scottato dall’esclusione dai playoff e dalla mancata qualificazione alla prossima Champions Cup.

“Boudjellal dichiara di pagare 8.500.000 euro in stipendi (il tetto è 10 milioni, ndr.) ma la definizione di salary cap va capita. Riguarda anche i costi extra per i giocatori, i diritti d’immagine, le pubbliche relazioni. E qui Tolone supera il tetto salariale. Il problema è che negli ultimi anni non vi sono state sanzioni e, così, ognuno fa ciò che vuole”.

Queste le parole di Savare a Rugbyrama. In verità, i primi anni di salary cap sono stati considerati dei test, mentre una commissione indipendente inizierà ad analizzare se i club hanno rispettato il tetto solo da questo settembre. Le sanzioni saranno pecuniarie (multa fino a 10 volte il valore in eccesso al tetto del contratto) o porteranno all’annullamento del contratto, se questo eccede il salary cap.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+ e Pinterest