Polemiche Eccellenti: Rovigo attacca Gavazzi per l’arbitraggio

Rabbia in casa Rovigo dopo la finale persa contro il Calvisano, il club del presidente federale.

“Rabbia Rovigo” avevamo titolato ieri al fischio finale della finale d’Eccellenza persa dai rossoblu contro il Calvisano. Rabbia in campo, per la rimonta subita da parte dei bresciani, rabbia fuori dal campo, dove la dirigenza veneta punta il dito contro Gavazzi e Damasco.

“Se non ci fosse stato un arbitraggio così il Calvisano questa partita non l’avrebbe mai vinta. Nel primo tempo ci hanno picchiato sempre, l’espulsione di Quaglio è difficile da capire e quando hanno dato la seconda meta tecnica erano a dieci metri dalla meta. Ora, che non mi dicano che non c’è conflitto di interessi… Gli arbitri hanno sede a
Calvisano e sono pagati dalla Fir. Non aggiungo altro perché la partita l’hanno vista tutti: è stata una schifezza”.

Questo il durissimo attacco del ds Pietro Reale al termine di un match caratterizzato da cinque cartellini gialli, uno rosso e due mete tecniche. E non avranno aiutate le immagini tv che hanno inquadrato Gavazzi e Cavinato (coach delle Zebre) nel box tecnico del Calvisano. Insomma, la luna di miele tra Rovigo e Gavazzi sembra già finita. Dopo le promesse (non mantenute) di portare i Dogi in Polesine e di disputare la finale a Rovigo per spaccare il fronte veneto, ora il numero 1 Fir si trova una piazza rossoblu furibonda.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+ e Pinterest

I Video di Blogo