Test Match: blackout Italrugby, Sky fuori dai giochi

Mentre si aspettano novità dalla Fir, che comunque produrrà i match, arriva la conferma che l’emittente satellitare non trasmetterà le partite.

Si lavora alacremente per trasmetterle, dicono da Roma. Dove, comunque, dovranno produrre i tre test match per motivi “sportivi”. Ma su quale emittente non è dato ancora sapere. Quel che appare certo, però, è che non sarà Sky, come viene confermato a Rugby 1823.

Fonti interne e vicine alla Fir parlano di “nessuna certezza” riguardo la trasmissione in diretta dei tre test match dell’Italrugby di novembre in televisione. Questo nonostante il fatto che la Fir sia obbligata a produrre le tre partite da un punto di vista video, causa necessità di garantire il TMO in incontri internazionali (oltre ai diritti internazionali, ndr.). La chicca è stata data da onrugby ed è stata confermata a Rugby 1823, cui però è stato sottolineato che con le immagini sicuramente prodotte non è detto che sia più facile trovare un accordo con un’emittente per la trasmissione.

Emittente che, comunque, non sarà Sky, cioè chi ha coperto negli ultimi quattro anni la nazionale italiana rugby (oltre ai test match in Sud Africa, Australia e Nuova Zelanda). Da fonti vicine all’emittente satellitare, infatti, parlano di trattative chiuse e che loro sono “fuori dai giochi”. Una conferma di ciò che già si vociferava da tempo e che, di fatto, limita molto le opzioni in mano alla Fir per “piazzare” le tre partite. Non certo un bel segnale e un problema “politico” grave per il presidente Gavazzi. Che dovrà mettere una pezza, per non doversi poi confrontare con gli sponsor e con un’immagine nazionale e internazionale offuscata.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo