Follie ovali: si pulisce il sangue sulla maglia dell’arbitro, squalificato un anno

Un giocatore australiano si è reso protagonista di un gesto assurdo dopo essere stato ammonito.

Viene ammonito dall’arbitro e, per protesta, si pulisce il sangue sulla sua maglietta. Un gesto che gli costa il cartellino rosso. Ma la follia di un rugbista australiano non finisce qui, visto che uscendo dal campo decide di colpire con un pugno un avversario.

Un atteggiamento che costa caro al giocatore che è stato squalificato per 56 settimane. Otto settimane di stop per il pugno e 48 settimane per aver sporcato l’arbitro con il suo sangue. “Trattate gli arbitri con rispetto. Facciamo questo lavoro gratis, solo per passione” è stato il commento di Boyes, l’arbitro coinvolto nel fattaccio.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+ e Pinterest

I Video di Blogo