Pro 12: Treviso, a Edimburgo il sogno si infrange nel finale

Si è concluso da poco il match di Edimburgo tra gli scozzesi e i veneti.

Un tempo con l’Edimburgo che marca una meta e scappa in avanti, un tempo con Treviso che riprende le redini, va oltre la linea con McLean e impatta il risultato con il piede di Botes. Ma, alla fine, una meta di Nel regala all’Edimburgo la vittoria.

Partita dai due volti, con difficoltà da subito e per buona parte del primo tempo, cambi che fanno sperare una rimonta possibile, pareggio e poi una meta nel finale che vanifica tutto lo sforzo della ripresa. Si può sintetizzare così il 20-13 con cui il Benetton Treviso lascia Murrayfield, con una sconfitta contro Edinburgh alla sesta giornata di RaboDirect PRO12. Edinburgh va in vantaggio all’11’ dopo una buona giocata dei trequarti ed il break decisivo con passaggio del terza linea Basilaia che serve Tonks, bravo a realizzare. Laidlaw trasforma da posizione angolata per il 7-0. Passano pochi minuti e Treviso reagisce con una buona giocata, ma la corsa ed il placcaggio di De Luca salvano una meta potenziale per i biancoverdi.

Laidlaw ha l’occasione di aumentare il divario al 27′ con un calcio piazzato, ma il cecchino scozzese stavolta fallisce, con la palla che termina lateralmente. Cinque minuti dopo è, però, anche James Ambrosini a fallire dalla piazzola ed il risultato resta invariato. Il Benetton continua, tuttavia, ad insistere nei ventidue avversari e poco dopo ottiene un altro calcio piazzato davanti ai pali che l’italo-australiano stavolta non può fallire: 7-3. Nel finale, altra azione di un pericolosissimo De Luca che perde palla in avanti concedendo mischia ai Leoni, che però non la sfruttano a dovere, rimediando il calcio di punizione che Laidlaw piazza per fissare il risultato del primo parziale sul 10-3.

La ripresa si apre ancora nel segno del capitano di Edinburgh che approfitta di un fallo del XV della Marca (giocatore non in piedi) per portare oltre break i suoi. Franco Smith prova a cambiare l’inerzia del match inserendo forze fresche e i risultati sembrano arrivare, quando a tre quarti di gara, Luke McLean subentrato a Luca Morisi arriva oltre la linea, con Tobias Botes – altro ingresso dalla panchina – che aggiunge due punti di trasformazione per il 13-10. Lo stesso mediano di mischia sfrutta al meglio pochi minuti dopo un placcaggio in aria degli uomini in rosso e nero per pareggiare l’incontro con Treviso che torna vivo per i dieci minuti finali.

Non c’è alcuna possibilità di distrarsi o pensare ad una rimonta completa, però, che immediatamente la squadra di Murrayfield segna nuovamente con il pilone Nel che deve solo schiacciare una palla portata all’ala con buon lavoro di tutta la linea offensiva. Antonio Pavanello e compagni reagiscono ancora con effetto immediato, ma la difesa dell’Edinburgh regge, così come nel finale quando i Leoni combattono in pieno recupero, ma senza riuscire ad ottenere più del punto di bonus.

EDIMBURGO – BENETTON TREVISO  20-13
Venerdì 25 ottobre, ore 20.45 – Murrayfield, Edimburgo
Edimburgo: 15 Greig Tonks, 14 Dougie Fife, 13 Nick De Luca, 12 Matt Scott, 11 Tim Visser, 10 Harry Leonard, 9 Greig Laidlaw, 8 David Denton, 7 Cornell Du Preez, 6 Dimitri Basilaia, 5 Sean Cox, 4 Grant Gilchrist, 3 WP Nel, 2 Ross Ford, 1 Alasdair Dickinson
In panchina: 16 Aleki Lutui, 17 Wicus Blaauw, 18 Geoff Cross, 19 Izak van der Westhuizen, 20 Roddy Grant, 21 Sean Kennedy, 22 Joaquin Dominguez, 23 Jack Cuthbert
Treviso: 15 Brendan Williams, 14 Ludovico Nitoglia, 13 Luca Morisi, 12 Alberto Sgarbi, 11 Christian Loamanu, 10 James Ambrosini, 9 Fabio Semenzato, 8 Manoa Vosawai, 7 Alessandro Zanni, 6 Dean Budd, 5 Marco Fuser, 4 Antonio Pavanello, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Enrico Ceccato, 1 Michele Rizzo
In panchina: 16 Franco Sbaraglini, 17 Ignacio Fernandez-Rouyet, 18 Pedro Di Santo, 19 Valerio Bernabò, 20 Robert Barbieri, 21 Marco Filippucci, 22 Tobias Botes, 23 Luke McLean
Arbitro: Alain Rolland
Marcatori: 11′ m. Tonks tr. Laidlaw, 36′ cp. Ambrosini, 40′ cp. Laidlaw, 53′ cp. Laidlaw, 61′ m. McLean tr. Botes, 67′ cp. Botes, 74′ m. Nel tr. Laidlaw

credit image by Elena Barbini

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo