Argentina: Phelan attacca “Ho lasciato perché mi hanno tradito”

L’ex tecnico dei Pumas rivela i motivi del suo addio, tutti rintracciabili in una situazione esplosiva nello spogliatoio sudamericano.

Un’Argentina spaccata, dove i problemi interni venivano spifferati all’esterno, destabilizzando il gruppo. E’ questa la situazione descritta da Santiago Phelan nella conferenza stampa in cui ha annunciato l’addio alla panchina dei Pumas, che verranno dunque in Europa (e in Italia) con un nuovo timoniere, Daniel Hourcade.

“La mia decisione si basa sul fatto che certe situazioni interne alla squadre siano state rese pubbliche. Queste uscite riguardavano membri dello staff e hanno causato un’atmosfera negativa nella squadra e dimostrano la mancanza di rispetto per l’intero team – le parole di Phelan –. Quello che è successo non è il modo migliore per gestire una squadra di rugby, dove principi e valori sono differenti. Sottolinea, invece, che io non ho il controllo di queste situazionie e, quindi, ecco la mia decisione di farmi da parte”.

“E’ una decisione personale. Dopo la Rugby Championship e dopo quello che è successo ho preso la decisione, ho informato la federazione, ho parlato con lo staff e cercato di dare la notizia personalmente ai giocatori, per rispetto. Purtroppo non ho potuto farlo con tutti – ha continuato l’ormai ex coach argentino –. Sono dispiaciuto. Abbiamo lavorato molto in questi anni per crescere e fa male dover lasciare prima di aver completato il lavoro. Ma io baso la mia vita su certi, chiari, principi. E sono venuti meno da parte di altri”.

Riuscirà Daniel Hourcade a rimettere assieme i cocci di uno spogliatoio spaccato in queste poche settimane che mancano al tour europeo?

Photo credits by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter e @Google+

I Video di Blogo