Test Match: blackout Italrugby, a novembre niente tv (per ora)

Secondo indiscrezioni, al momento, nessuna emittente italiana sarebbe interessata a trasmettere le partite dell’Italia a novembre.

Con le settimane che passavano il timore cresceva, ma ora le indiscrezioni sono sempre più forti. A meno di tre settimane dal via, infatti, i test match dell’Italia contro Australia, Fiji e Argentina rischiano di non venir trasmessi da nessuna emittente televisiva.

Le voci sono state raccolte da onrugby.it (e confermate ufficiosamente poco fa anche a me) e sono più che pessimistiche. L’ipotesi di una cordata Sky/Rai per la produzione e trasmissione delle sfide di novembre dell’Italrugby sarebbe saltata visto che l’emittente statale si sarebbe rifiutata di partecipare ai costi di produzione delle sfide. Una posizione che ha spinto anche Sky a tirarsi indietro.

Alla base di questa decisione, però, anche il passaggio del Sei Nazioni dall’emittente satellitare a Dmax e, come racconta Paolo Wilhelm, dalla rabbia di Sky di non essere stata avvisata da Gavazzi di un’offerta alternativa sul tavolo. Insomma, la Fir avrebbe “giocato sporco” e ora rischia di trovarsi al buio a novembre.

Ora, dunque, tutto è nelle mani di Alfredo Gavazzi che dovrà correre contro il tempo per evitare un autogol clamoroso. Perché perdere la visibilità dei test match in tv significa un tracollo dell’interesse (già basso, ndr.) mediatico per il rugby, un brutto colpo nei rapporti con gli sponsor e una figuraccia non indifferente. Ma i tempi sono stretti, anzi strettissimi. E, come dice onrugby, l’ipotesi più credibile è quello di accolarsi i costi, vendere a costo zero i diritti e sperare.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo