Polemiche ovali: commozione cerebrale, bufera su Tolosa [Video]

La decisione di far tornare in campo Florian Fritz dopo il brutto infortunio alla testa ha fatto muovere anche l’Irb.

E’ sotto accusa Guy Novès e l’eliminazione del suo Tolosa dal Top 14 non c’entra. Il tecnico francese, infatti, ha deciso (obbligato?) di far tornare in campo Florian Fritz dopo il brutto colpo subito alla testa, con il giocatore che era uscito dal campo sanguinante e chiaramente frastornato.

Le nuove politiche di prevenzione delle commozioni cerebrali (concussion o concussione come amano chiamarle (a torto) anche alle nostre latitudini, creando non poca confusione con il ben più noto reato penale, ndr.) dell’Irb, infatti, si scontrano con la decisione presa dal tecnico transalpino. E che ha messo a rischio la salute di Fritz.

Fin da subito sono arrivate le parole di condanna alla scelta di Novès da parte delle commissioni mediche della LNR e della FFR, mentre ieri anche l’Irb si è definita “incredibilmente preoccupata” per la scelta del Tolosa di rimettere in campo un giocatore chiaramente colpito duro alla testa. Polemiche e condanne che, però, non sembrano colpire Guy Novès, che ha risposto sprezzante alle domande sul caso.

“Sono stato messo ko, ho continuato a giocare e stavo bene. Come potete vedere sono ancora qui in piedi”.

Dichiarazioni che sembrano non capire la gravità della situazione, ma che di certo non bastano a fermare l’Irb, che ha chiesto ufficialmente alla FFR di indagare sull’accaduto. E per Guy Novès l’eliminazione del Top 14 potrebbe essere l’ultimo dei suoi problemi nei prossimi mesi.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+ e Pinterest

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia