Fidel Castro torna in pubblico: prima apparizione a L’Avana per votare

Il lider maximo è di nuovo tra i candidati della lista unica e siederà all’Assemblea nazionale con il fratello Raul e con la nipote Mariela.

Riecco Fidel Castro. Il presidente cubano è riapparso in pubblico dopo più di tre mesi dall’ultima apparizione. Il lider maximo ha votato al seggio numero uno di Piazza della Rivoluzione, all’Avana, nel pomeriggio di ieri. Alle legislative non si presenta alcun candidato dell’opposizione al Partito Comunista Cubano.

L’ultima volta che l’86enne Fidel Castro si era fatto vedere in mezzo alla gente era stato lo scorso 21 ottobre. Allora, aveva accompagnato il ministro venezuelano Elias Jaua all’hotel National. Dal 2006, a Cuba, il potere è nelle mani di Raul, fratello di Fidel; quest’ultimo ha dovuto cedergli il comando perché malato. Da allora, si è ritirato nella sua residenza della capitale dove scrive riflessioni su questioni internazionali pubblicate dalla stampa cubana.

Il voto, a Cuba, è scontato: i 612 deputati eletti nomineranno il Consiglio di Stato, che è l’organo supremo dell’isola caraibica. Il 24 febbraio prossimo, il Consiglio confermerà alla presidenza il fratello del lider maximo senza alcuna sorpresa. Una novità, però, è stata introdotta per queste legislative. C’è infatti la limitazione dei mandati per le alte cariche dello stato: non più di due, quinquennali, il che obbligherà Raul Castro a farsi da parte nel 2018.

Nel frattempo, proprio Fidel torna a essere tra i candidati per la città di Santiago di Cuba. Siederà di nuovo, quindi, all’Assemblea Nazionale Cubana. Il fratello, Raul, è in lista per Segundo Frente, città della stessa provincia. Con loro, ci sarà anche la figlia di Raul, la 50enne Mariela Castro, convinta sostenitrice dei diritti degli omosessuali e a favore della legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.