Crisi Europa: le Unions riusciranno a fare la forza?

Il presidente della Federazione inglese incontrerà i dirigenti celtici per cercare un compromesso che mantenga in vita il rugby di coppa europeo.

Mentre il rugby europeo ha finalmente ripreso a parlare in campo, non si fermano le parole nelle stanze dei bottoni per salvare le coppe europee e capire che succederà l’anno prossimo nel Vecchio Continente. E questa settimana l’appuntamento riguarderà le Federazioni.

L’RFU, la Federazione inglese – stretta tra l’incudine dei club della Premiership e il martello delle Federazioni, dell’Irb e dell’Erc -, si porrà nei prossimi giorni come ambasciatore tra i club anglofrancesi e le union celtiche per trovare un compromesso che risolva l’impasse prima di fine mese.

E’ previsto, infatti, che il Ceo inglese Ian Ritchie incontri i responsabili di Galles, Irlanda, Scozia e Italia, nel tentativo di sbloccare la situazione e trovare un punto di compromesso che permetta di continuare anche in futuro ad avere un torneo continentale di rugby.

Sul tavolo, dunque, torneranno ancora una volta le questioni di meritocrazia, riforma dei tornei, diritti tv e soldi. Vedremo se, dopo mesi e dopo continue dichiarazioni e minacce, da parte celtica ci saranno le aperture richieste. E vedremo se arriveranno da tutti, o se qualcuno continuerà a combattere per lo status quo. 

Photo credits by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo.it