Terremoto: la Giunta stanzia 1,1 milione di euro per soccorsi. Stop donazioni sangue

“La Giunta comunale, su disposizione del sindaco Gianni Alemanno, riunitasi in seduta straordinaria, ha deliberato lo stanziamento di un milione e 100 mila euro come primi aiuti da destinare alle popolazioni de L’’Aquila colpite dal sisma questa notte. I fondi saranno messi a disposizione della Croce Rossa Italiana”, informa una nota diffusa dal Comune. Intanto

“La Giunta comunale, su disposizione del sindaco Gianni Alemanno, riunitasi in seduta straordinaria, ha deliberato lo stanziamento di un milione e 100 mila euro come primi aiuti da destinare alle popolazioni de L’’Aquila colpite dal sisma questa notte. I fondi saranno messi a disposizione della Croce Rossa Italiana”, informa una nota diffusa dal Comune.

Intanto cucine da campo, strutture per ospitare gli sfollati e generi di prima necessità stanno arrivando a destinazione da ogni parte d’Italia. Occorre sottolineare che, anche questa volta, la macchina dei soccorsi si è messa subito in moto. Istituzioni, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Misericordie, Pubbliche Assistenze e volontari, stanno facendo “a gara” per portare il loro contributo, mentre si fanno i conti dei pesanti danni recati dal terremoto in Abruzzo, la cui scossa all’alba è stata avvertita anche a Roma.

Intanto in redazione giungono richieste di persone che chiedono come poter aiutare fattivamente le persone colpite da questa tragedia. 06blog comunica che a Tor di Quinto é stato aperto un centro raccolta acqua: qui le modalità. Chi vuole donare il sangue eviti di farlo ora: “Al momento non bisogna recarsi ai centri trasfusionali. Non bisogna andare a donare sangue”. Così Andrea Tieghi, presidente nazionale Avis, ai microfoni dell’Agenzia radiofonica Econews. Tieghi precisa: “Appena andiamo sotto scorta faremo le chiamate ai donatori. Siamo in stretto contatto con il centro nazionale sangue che monitora momento per momento le esigenze che si sono non tanto in Abruzzo, ma quanto nel Lazio e in Campania dove stanno portando gli ammalati”.

Foto | Ilgiorno.it