Eccellenza: corsa playoff, il borsino delle pretendenti

A tre giornate dalla fine della stagione regolare solo due squadre hanno la certezza delle semifinali.

Mancano tre giornate alla fine della stagione regolare e la corsa ai playoff è ancora tutta da decidere. Se Calvisano e Rovigo sono ormai in semifinale, sono quattro le formazioni a giocarsi gli ultimi due posti. Ma come stanno le pretendenti?

Come detto, per i playoff è tutto fatto a Calvisano e Rovigo. I lombardi stanno dominando questa parte della stagione, la mischia bresciana appare devastante e nettamente superiore alle altre e tutta la squadra appare in piena forma. Una forma non perfetta, invece, a Rovigo, con i rossoblu che hanno sofferto più del dovuto ultimamente, ma che avevano un tesoretto di punti sufficiente per gestire la situazione e concentrarsi già sulla fase finale del torneo.

Alle spalle delle due regine, invece, è battaglia aperta. Fare pronostici è difficile, ma le sensazioni sembrano premiare la coppia veneta Padova/Mogliano, con Viadana e Prato che arrancano ultimamente. Vediamo, nelle prossime pagine, come stanno le quattro squadre, guardando agli ultimi risultati e a ciò che li aspetta.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

© Foto Daniela Pasquetti – Tutti i diritti riservati

Padova ha sprecato il match point

padova sprint finale

Il Petrarca (52 punti) ha sprecato il colpo del ko clamorosamente contro Mogliano domenica scorsa, perdendo un match che sembrava già vinto e non staccando, così, le rivali. Il Padova, però, sembra la squadra più solida del lotto, anche se è l’unica che riposerà un turno (il prossimo), ma di contro deve ancora recuperare la sfida casalinga con Prato. Non ha, comunque, un finale di stagione facile, visto che oltre ai Cavalieri in casa affronterà sempre a Padova il Rovigo e chiuderà a Calvisano. Insomma, match difficili dove servono almeno due vittorie, a partire da quella con Prato, la più importante. Da capire se la squadra pagherà in contraccolpo psicologico del ko contro Mogliano.

© Foto Elena Barbini – Tutti i diritti riservati

Mogliano vince ma non convince

mogliano sprint finale

La cura Properzi sembra funzionare a Mogliano (52 punti), se non nel gioco almeno nei risultati. La vittoria di Padova è stata fondamentale per i campioni d’Italia che avranno un impegno sulla carta facile il prossimo weekend, in casa con Reggio, prima di affrontare il San Donà in trasferta. Potrebbe essere decisiva la sfida finale, in casa, contro una diretta concorrente come il Viadana. Per i campioni d’Italia è fondamentale vincere le prime due partite per arrivare all’ultimo turno con i playoff già in tasca. Da capire se il XV di Properzi saprà continuare a produrre risultati positivi nonostante non convinca al 100% nel gioco.

© Foto Elena Barbini – Tutti i diritti riservati

Viadana chiude contro le più forti

viadana sprint finale

Il ko interno contro la Lazio è stato un passo falso pericoloso per Viadana (51 punti), che non solo hanno perso un’occasione d’oro per salire in terza posizione, ma ha messo molti dubbi sulla tenuta mentale del XV giallonero per lo sprint finale. Colpa delle voci, insistenti ma che non trovano conferme, della crisi economica e dei dubbi sul futuro? Quel che è certo è che Viadana ora deve serrare i ranghi, perché gli ultimi tre turni sono durissimi. Si inizia a Calvisano, poi arriva allo Zaffanella il Prato e, infine, si chiude a Mogliano. Tre scontri diretti e soprattutto le ultime due partite da vincere per forza. Ma non sarà facile.

© Foto Daniela Pasquetti – Tutti i diritti riservati

Prato nervosa, non può perdere

prato sprint finale

I Cavalieri (46 punti) sono i più staccati del gruppetto, con sei punti da recuperare dalla zona playoff, ma hanno un match in più da giocare, il recupero con Padova. Dopo il recupero in trasferta c’è il match a Roma contro la Lazio, lo spareggio decisivo a Viadana e, infine, la partita casalinga più facile contro il Reggio. E’ il calendario più ostico, con tre trasferte, e le due sfide dirette da vincere obbligatoriamente. Anche in Toscana, come a Viadana, da capire se reggerà la tenuta mentale, con la squadra che è apparsa nervosa ultimamente, con sette cartellini gialli e due rossi negli ultimi tre match.

© Foto Daniela Pasquetti – Tutti i diritti riservati

I Video di Blogo.it