Crisi Europa: Cockerill minaccia l’Inghilterra “Ai mondiali senza giocatori”

Il director of rugby dei Leicester Tigers sottolinea come i rugbisti siano pagati dai club e se la Federazione non appoggerà i club loro potrebbero non darli più alla nazionale.

C’è chi la spara grossa e chi, invece, cerca di usare il buonsenso. Nella ormai perenne diatriba attorno al rugby europeo è la volta delle voci inglesi a farsi sentire. Dei tecnici (che parlano in nome dei club) e dei giocatori. Voci che, però, non suonano all’unisono.

Il primo a parlare, e a spararla grossa, è Richard Cockerill, director of rugby dei Leicester Tigers e uomo che ama vivere sopra le righe. Sottolineando come i giocatori della Premiership siano stipendiati dai club, infatti, Cockerill ha avvisato l’RFU di “provare ad andare alla Rugby World Cup 2015 senza giocatori, funzionerebbe bene, no?”. Insomma, o la Federazione inglese si allinea ai club, o sarà guerra totale.

Una posizione che non trova allineato uno dei “cattivi” del campionato inglese, cioè il tallonatore dell’Inghilterra Dylan Hartley. Il giocatore dei Northampton Saints, infatti, non solo ha evidenziato come sarebbe triste se quella di quest’anno fosse l’ultima finale di Heineken Cup della storia, ma parlando dello scontro tra anglofrancesi e celtici ha detto “Tutte queste discussioni sono deludenti. Se parli di una Coppa Europa, allora ci devono essere dentro tutti gli europei”. Insomma, niente coppa anglofrancese per Hartley.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo