Lutto per l’alpinismo, è morto Mario Merelli sulla Punta Scais

Mario Merelli è deceduto sulle Orobie bergamasche


Un grave lutto colpisce il mondo dell’alpinismo italiano. E’ morto infatti l’alpinista bergamasco Mario Merelli, tra in più attivi scalatori di ottimila in Italia. La tragedia è avvenuta paradossalmente sulle montagne di casa, su una parete di Punta Scais, vetta che supera di poco i 3000 metri. La notizia è stata diffusa dal Rifugio Baroni al Brunone, nel comune di Valbondione in Val Seriana che ha avvertito il soccorso alpinino non appena si è saputo della caduta di Merelli. Nell’arco di poche ore il corpo dell’alpinista è stato recuperato, insieme al compagno di cordata Paolo Balotti, portato in salvo apparentemente senza gravi ferite.

Nell’arco di venti anni di carriera, Mario Merelli ha ben dieci 8000 metri, di cui l’Everest per ben due volti. L’ultima impresa, documentata sul suo sito internet, risale al maggio 2011, quando con Marco Zaffaroni ha conquistato i 8167 metri del Dhaulaghiri.