Giorni contati per il commercio abusivo

“Esprimiamo immensa soddisfazione per le operazioni di controllo sulle occupazioni abusive di suolo pubblico finalizzate al commercio ambulante nel quartiere del Trullo, nel territorio del XV Municipio, che hanno portato al sequestro della merce posta in vendita, delle relative attrezzature e a circa 40.000 euro di sanzioni comminate agli irregolari”. A dichiararlo in una nota

“Esprimiamo immensa soddisfazione per le operazioni di controllo sulle occupazioni abusive di suolo pubblico finalizzate al commercio ambulante nel quartiere del Trullo, nel territorio del XV Municipio, che hanno portato al sequestro della merce posta in vendita, delle relative attrezzature e a circa 40.000 euro di sanzioni comminate agli irregolari”. A dichiararlo in una nota qualche minuto fa è stato Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza urbana del Comune di Roma, elogiando l’operato della Polizia municipale del XV e del XVI gruppo, della Polizia di Stato e dei Carabinieri di zona intervenuti nel corso delle operazioni.

“L’abusivismo commerciale, oltre a rappresentare un illecito amministrativo, è un problema di ordine pubblico. La presenza di venditori irregolari, soprattutto nelle giornate più caotiche, provoca anche forti rallentamenti e disagi alla circolazione stradale”, ha continuato Augusto Santori, consigliere del Municipio XV, sottolineando la necessità di verifica delle irregolarità anche lungo via della Magliana, via Portuense, via di Casetta Mattei ed in zona Marconi, in particolar modo al mercato di piazza Macaluso.

A rincarare la dose ci pensa Marco Giudici, consigliere del XVI Municipio che auspica soluzioni drastiche, perché “sono troppe le segnalazioni dei cittadini che denunciano la presenza di venditori ambulanti, in particolare lungo viale dei Colli Portuensi, che occupano spazi maggiori rispetto a quelli concessi o che non sono autorizzati in quanto non rientranti nel prospetto di turnazione delle soste, come in piazza San Giovanni di Dio e via Donna Olimpia, in particolar modo all’altezza di piazzale Dunant”. Una garanzia per l’ordine pubblico e chi svolge il proprio esercizio di vendita regolarmente.

Foto | Flickr.com