Interni – P*sti di vista, una sera alla Fabbrica del Vapore

La Fabbrica del Vapore si mostra per quello che dovrebbe essere, un luogo di arte, incontro, scambio, non la cattedrale nel deserto che per troppo tempo è stata. L’occasione è P*sti di vista, rassegna di mostre, eventi e installazioni proposte nell’ambito del Fuori Salone che ha fatto puntare l’interesse del popolo della settimana del design



La Fabbrica del Vapore si mostra per quello che dovrebbe essere, un luogo di arte, incontro, scambio, non la cattedrale nel deserto che per troppo tempo è stata. L’occasione è P*sti di vista, rassegna di mostre, eventi e installazioni proposte nell’ambito del Fuori Salone che ha fatto puntare l’interesse del popolo della settimana del design sui 18 eventi che hanno inaugurato contemporaneamente ieri sera e che rimarranno aperti al pubblico fino al 27, quando il salone chiuderà i battenti.

Tra gli eventi più interessanti al Careof e Viafarini la Mostra del designer Paolo Ulian, all’associazione culturale Il Fischio la proiezione del video Ecointrovabili, catalogo virtuale di idee per oggetti introvabili di dieci giovani architetti e designers e l’installazione In other people’s skin, spirata all’ultima cena vinciana di Terry Flaxon.

P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista

P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista
P*sti di vista