Il punto sulle primarie democratiche Usa

La campagna elettorale per le primarie americane sta procedendo con un sostanziale testa a testa. Dopo le 11 vittorie consecutive di Barack Obama, il successo di Hillary in Ohio, Texas e Rhode Island, ha dato nuova linfa ad una candidatura che ormai sembrava perdere prospettive. Si deciderà tutto alla convention di fine agosto, ma quante

di

La campagna elettorale per le primarie americane sta procedendo con un sostanziale testa a testa. Dopo le 11 vittorie consecutive di Barack Obama, il successo di Hillary in Ohio, Texas e Rhode Island, ha dato nuova linfa ad una candidatura che ormai sembrava perdere prospettive. Si deciderà tutto alla convention di fine agosto, ma quante possibilità ha realmente di rimontare? Le fa i conti in tasca Newsweek, che pubblica un’interessante proiezione ipotizzando vittorie nette della senatrice nei restanti 12 appuntamenti elettorali dei democratici.

Jonathan Alter si mette nei panni del sostenitore di Hillary, e ipotizza un filone di vittorie superiore a quella di Obama, ben 12 di fila, e con buoni margini; il conto finale dei pledged (eletti) delegates risulterebbe ancora a favore di Obama, anche se solo per 39 delegati.

Certo, il numero non è altissimo, ma quanto conterà in ottica convention? I superdelegates come si comporteranno? E’ difficilmente ipotizzabile che sovvertano il voto popolare, ma potrebbero proporre ad Obama un ticket con la Clinton.

La senatrice di New York per ora sembra molto sicura di se, un po’, permettetemelo, al limite dell’arroganza, tanto da aver parlato in due interviste di un possibile ticket, con Obama suo vice presidente.
Cosa ne pensate? Provate anche voi a fare la vostra previsione!

Via | Newsweek
Foto | Flickr

Ultime notizie su Elezioni USA

Tutto su Elezioni USA →