Prima pietra per il centro polifunzionale per la salute pubblica

È prevista questa mattina la posa della prima pietra del Centro Polifunzionale per la salute pubblica del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, che avrà sede in via dei Carri Armati 13. Dopo le promesse, i rinvii, le capriole, gli stop and go e i ricorsi al cardiopalma, dovrebbe diventare tridimensionale questo

È prevista questa mattina la posa della prima pietra del Centro Polifunzionale per la salute pubblica del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, che avrà sede in via dei Carri Armati 13. Dopo le promesse, i rinvii, le capriole, gli stop and go e i ricorsi al cardiopalma, dovrebbe diventare tridimensionale questo progetto nato a cavallo del 2005-2006 con la normativa concernente le misure urgenti per la prevenzione dell’influenza aviaria. Previsti i Sottosegretari Ferruccio Fazio, Francesca Martini ed Eugenia Roccella in carne e ossa.

Il Centro sarà utilizzato per corsi di formazione professionale per il personale tecnico dell’amministrazione e per i Carabinieri dei Nas. Sono previsti anche locali idonei alla conservazione di farmaci di raro riscontro. Non mancheranno aule e un Auditorium.

Secondo il ministero sarà “una risposta ai bisogni di formazione e creare anche nuove sinergie e collaborazioni fra gli enti, i quali opportunamente consorziati con l’Istituto superiore di sanità potrebbero identificare nel Centro una fruibilità logistica comune ed eventualmente anche sinergie programmatiche che ottimizzino l’offerta di aggiornamento e formazione”. A benedire la pietra toccherà al parroco Don Giorgio Florez della limitrofa parrocchia di Santa Maria del Soccorso.

foto | aformadidea.com