Amichevoli estive: Benetton Treviso senza problemi col Petrarca

Si è disputato ieri sera l’ultimo match di preparazione dei biancoverdi prima dell’esordio nella RaboDirect Pro 12.


Ultima amichevole estiva per il Benetton Treviso, che si impone senza problemi nel derby con il Petrarca Padova, ma che soprattutto dalla settimana prossima inizierà a fare sul serio.

Sabato 7 settembre alle 19:30 inizierà, infatti, la quarta stagione di RaboDirect PRO12 con i Leoni impegnati in casa contro l’ormai tradizionale avversario degli Ospreys.

Il bilancio complessivo dei test con Bangor, Rovigo e Petrarca, ha visto un trittico di successi, con 181 punti segnati, 3 solamente subiti contro il team irlandese, 28 mete realizzate e zero al passivo.

Doppia curiosità in campo. Per il Benetton occhi puntati sul nuovo ed unico acquisto biancoverde, il neozelandese Mat Berquist.

Per i patavini, attenzione tutta sul mediano di mischia Enrico Francescato, figlio dell’ex centro Bruno, per il ritorno di un cognome “pesante” a Monigo.


La prima meta dei padroni di casa arriva subito al 5′ con una giocata da rimessa laterale tra Enrico Ceccato ed Edoardo Gori che porta quest’ultimo oltre la linea.

Passano solo quattro minuti ed i Leoni raddoppiano. Bella azione al largo che muove tutti i trequarti, Andrea Pratichetti sfugge all’ala, calcia a scavalcare ed è fortunato nel rimbalzo, che trova l’assistenza di Luke McLean e poi di Alberto Sgarbi per la meta in mezzo ai pali.

Edoardo Gori segna la doppietta personale poco prima del water break, dopo l’impatto di Andrea Pratichetti, il mediano di mischia finta ed entra oltre la linea.

Splendida l’azione al 20′ con ottime giocate e ricicli.

Alberto Sgarbi salta il primo compagno e va da Luca Morisi, il quale propone un ottimo incrocio ad Andrea Pratichetti, da questi ancora ad Alberto Sgarbi all’interno e a James Ambrosini che ricicla in caduta per Ludovico Nitoglia.

Il Petrarca mette mani sulla palla, ma l’arbitro ravvisa un “in avanti”. Mischia Benetton, spinta poderosa e marcatura per Manoa Vosawai.

Con la trasformazione di James Ambrosini, il primo dei tre tempi termina 24-0.

Il secondo tempo si apre con Treviso in attacco a conquistare un calcio, giocato in touch e sfruttato con maul avanzante che porta Filippucci a segnare.

Al festival delle mete partecipa anche l’ex Brendan Williams, dopo una giocata al largo, con un numero dei suoi e si va sul 34-0 dopo quaranta minuti di gioco.

Risultato che resta invariato e con poche emozioni supplementari da raccontare dopo un’ora di gioco.

Piccolo giallo nel finale, quando Dean Budd schiaccia in meta. L’arbitro Blessando sembra convalidare ma poi le squadre vanno a centrocampo per il break. Al termine della gara, la terna confermerà la segnatura.

Nel finale, Marco Filippucci sfonda nuovamente e la trasformazione di Alberto Di Bernardo fissa il risultato finale sul 46-0.

credit image by Benetton Treviso

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+