Scontri in Egitto, Morsi a Berlino promette “più democrazia”

Il presidente egiziano ha incontrato il cancelliere tedesco Angela Merkel, che ha promesso aiuti a condizione che Morsi non instauri una dittatura come Mubarak.

Mohamed Morsi a Berlino rassicura sulla situazione in Egitto e sul futuro nel Paese dilaniato da scontri e manifestazioni anti-regime: “L’Egitto sarà uno stato di diritto e uno stato civile, il che vuol dire non di matrice militare né teocratica”. Parole che arrivano dopo l’incontro con il cancelliere tedesco Angela Merkel, ma soprattutto dopo la decisione di instaurare lo stato di emergenza in alcune città dell’Egitto.

La paura che si possa tornare indietro ai tempi di Mubarak è forte, e non solo in territorio egiziano. Anche l’Europa guarda alla situazione con preoccupazione. “I poteri straordinari? – ha detto Morsi in conferenza stampa – si tratta di misure prese mal volentieri. Sono temporanee e limitate ad alcune zone”. Nell’incontro con Merkel, Morsi ha parlato e molto anche di economia e di rapporti da instaurare tra i due Paesi.

“La Germania vuole che l’Egitto sia un partner importante – ha detto da parte sua il cancelliere tedesco – e può contribuire anche sul fronte economico al suo cambiamento. Ho detto a Morsi che per noi ci sono diverse cose molto importanti, come il rispetto dei diritti umani e la libertà di religione. E il presidente ha detto che queste cose hanno un ruolo più ampio nella politica di oggi rispetto a quanto lo avessero prima”.

A causa della crisi in patria, Morsi ha dovuto annullare la visita a Parigi. Quella a Berlino è stata dunque l’unica tappa del suo viaggio in Europa. Importante chiedere aiuto ai partner europei, ma ancora di più controllare da vicino l’escalation di violenza che ha portato a 50 il numero di morti da sabato scorso a oggi. Lo stesso ministro degli Esteri di Berlino, Guido Westerwelle, ha fatto sapere che la Germania è pronta a sbloccare gli aiuti finanziari a favore dell’Egitto, a patto che ci siano progressi sul piano della democrazia.

Getty Images – Tutti i diritti riservati