Pisa: corso di nuoto, bimba di 5 anni muore dopo malore

La procura ha aperto un’inchiesta in attesa dell’autopsia sul corpo della piccola.

Una bambina di 5 anni è morta per un malore avvertito durante un corso di nuoto ai campi solari organizzati nella struttura comunale gestita dai Canottieri Arno di Pisa. E’ stata aperta un’inchiesta sull’episodio e verrà effettuata l’autopsia, nel frattempo i carabinieri hanno iniziato ad ascoltare gli animatori del campo estivo comunale.

Secondo una prima ricostruzione, la bambina – alle 15.45 – stava giocando in acqua insieme a suoi coetanei con alcuni tubi galleggianti di gomma. La piscina si trova all’aperto, è lunga 10 metri per 10 e profonda appena un metro. All’improvviso, la bimba va sott’acqua. Le due istruttrici presenti se ne accorgono subito, una di loro la tira fuori dall’acqua e cerca di rianimarla. 

La bambina pare riprendersi, arrivano i conati di vomito. Le pulsazioni scompaiono. Il personale della Canottieri – tutti con brevetto riconosciuto dalla Federnuoto – allontanato gli altri ospiti della struttura e chiamano il 118. Il defibrillatore non basta a salvarla. Ma la piccola è ancora viva quando viene trasferita sull’ambulanza. 

I testimoni escludono che a uccidere la bambina sia stata una congestione: intorno alle 15 la temperatura dell’acqua era di poco superiore ai 23 gradi. Davanti al pronto soccorso, appena giunta la notizia della morte della piccola, scene naturalmente di grande disperazione da parte dei genitori e dei familiari.