India: branco stupra videoreporter, un arresto

La 22enne è in gravi condizioni per le lesioni interne multiple subite; picchiato il fotografo che era con lei. Identificati i cinque autori della violenza.

Insieme a un collega, stava fotografando vecchi opifici a Mumbai, capitale finanziaria dell’India. All’improvviso, si sono avvicinati due uomini che hanno chiesto se avessero la licenza per scattare foto; poco dopo, altri tre individui si sono uniti ai due e hanno prima picchiato e legato con una fune il fotografo, poi trascinato in uno stabilimento la 22enne, violentandola a turno prima di scappare.

La donna e il fotografo stavano realizzando un servizio per una rivista straniera sull’ex area industriale abbandonata e ora trasformata in zona residenziale di lusso. La vittima della violenza sessuale è stata soccorsa e portata in ospedale, dove sarebbe in gravi condizioni per le lesioni inter multiple subite.

Nonostante le condizioni gravi, la 22enne è riuscita a indicare i nomi di due dei violentatori, poco dopo la polizia ha fatto sapere di aver arrestato un uomo e di aver identificato i quattro che erano con lui. Sono tutti ventenni residenti nella zona dell’aggressione.

Il capo della polizia di Mumbai, Sattyapal Singh, ha fatto sapere che sul caso sono al lavoro venti squadre di poliziotti. L’aggressione è arrivata anche in Parlamento. Il sottosegretario agli Interni ha chiesto allo stato di Maharashtra, dove si trova Mumbai, di fornire un rapporto dettagliato sull’accaduto. Non solo: il sottosegretario si è raccomandato che venga comminata la pena più dura a chi sarà riconosciuto colpevole del reato.

Foto | © Getty Images