Sondaggio – La campagna elettorale in cinque frasi

La campagna elettorale si avvia a conclusione. Se stasera non ci saranno colpi di scena, a nostro avviso, è possibile sintetizzare i due mesi appena trascorsi (la scelta è stata davvero dura!) in cinque frasi che, di certo, rimarranno nella storia della politica italiana. 1. Berlusconi: “Ogni voto non dato a Pd o Pdl è

La campagna elettorale si avvia a conclusione. Se stasera non ci saranno colpi di scena, a nostro avviso, è possibile sintetizzare i due mesi appena trascorsi (la scelta è stata davvero dura!) in cinque frasi che, di certo, rimarranno nella storia della politica italiana.


1. Berlusconi: “Ogni voto non dato a Pd o Pdl è pericoloso, sprecato e inutile”.
E’ il 9 febbraio. Il Cavaliere, ospite della Brambilla in una kermesse dei circoli della libertà teorizza quello che, successivamente, sarà meglio noto con l’etichetta di “voto utile”.

2. Veltroni: “Lasciare la paura e scegliere il nuovo”.
Nel suo discorso inaugurale, a Spello, il leader del Pd invita gli italiani a fare una scelta coraggiosa: “Yes, we can”.

3. Casini: “Non tutti in Italia sono in vendita”.
Forse, questa, è una delle frasi più efficaci del leader dell’Udc che, in uno dei tanti comizi, attacca così Berlusconi spiegando come, con i soldi, non si può comprar tutti.

4. Berlusconi: “Il programma della sinistra è carta straccia”
In un comizio a Milano, Berlusconi strappa, suscitando clamore, il programma del Partito Democratico.

5. Santanchè: “Berlusconi e’ ossessionato da me. Tanto non gliela do…”.
“Cosa?”, si è chiesta Maria Laura Rodotà in un simpatico pezzo apparso oggi sul Corriere.