Messico: fuga di ammoniaca, quattro morti

Operai che stavano lavorando sulla strada hanno toccato con un macchinario pesante il gasdotto, aprendo una falla.

Quattro morti, 15 intossicati e 1.500 evacuati: è il bilancio di una fuga di ammoniaca avvenuta in un gasdotto della compagnia pubblica Petroleos Mexicanos (Pemex), che si trova in una zona rurale dello stato di Oaxaca, nel sud del Messico. L’incidente è avvenuto mentre alcuni operai di una società privata stavano allargando una strada; hanno inavvertitamente toccato il gasdotto con un macchinario pesante, aprendo una falla. Lo hanno fatto sapere le autorità.

Il direttore della Protezione civile di Oaxaca, Manuel Maza, ha spiegato alla stampa la dinamica dell’incidente e poi ha confermato: “Le quattro persone sono morte per intossicazione da ammoniaca”.

A quanto pare, c’è stata anche un’esplosione dopo che il macchinario ha toccato il gasdotto che porta ammoniaca a un impianto petrolchimico. Le persone decedute sarebbero tutti operai che stavano lavorando a un progetto di allargamento autostradale.

La Pemex ha riferito, in un comunicato, di aver provveduto immediatamente a chiudere le valvole e a interrompere la fornitura di ammoniaca come misura di sicurezza, non appena si è aperta la falla nel gasdotto. 

I Video di Blogo.it