The Rugby Championship: Argentina, Contepomi “E’ stata una lezione durissima”

Il capitano sudamericano non cerca scuse per la pesante sconfitta in Sud Africa.

Una batosta, senza possibili scuse. Il 73-13 subito a Soweto sabato pomeriggio ha fatto male all’Argentina, che ora deve ritrovare le forze – soprattutto mentali – per rialzare la testa a Mendoza, quando i Pumas sfideranno gli Springboks sabato prossimo.

Una batosta che, però, dev’essere letta in maniera positiva. O, almeno, così ci spera Felipe Contepomi, che da buon leader afferra il timone cercando di rimettere in rotta la nave alla deriva. “E’ stata una dura giornata in ufficio, dobbiamo crescere tantissimo, il Sud Africa ha giocato un match magnifico. Appena hanno iniziato a spingere per noi era difficilissimo fermarli, ci hanno ucciso fisicamente – le parole del capitano biancoazzurro –. Potrei cercare centinaia di scuse, ma noi non cerchiamo scuse, siamo solo grati di partecipare a questo torneo. Per noi ogni partita è una lezione e questa è stata durissima, spero che miglioreremo sabato prossimo”.

Un anno fa in Argentina finì in pareggio, unico in un torneo fatto solo di sconfitte, ma quest’anno l’impresa sembra ancora più ardua. Nonostante il ritorno di Contepomi, infatti, i tanti infortuni mostrano la coperta corta di Santiago Phelan, che non ha una profondità tale da permettersi invenzioni. A Mendoza sarà durissima e l’Argentina dovrà trovare nella testa quella cattiveria che a Soweto è mancata.

E forse non basterà, perché per competere con le tre nazioni più forti al mondo non si può continuare a bearsi nel semidilettantismo.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+