India: treno su pellegrini, 37 morti

La folla inferocita ha incendiato sei carrozze del convoglio, linciato il conducente e preso in ostaggio funzionari ferroviari.

Un treno ha travolto un gruppo di pellegrini in India, nei pressi di Saharsa. Il bilancio è di 37 morti. Dopo l’incidente, la folla inferocita ha assaltato il convoglio, bruciando sei carrozze e linciato il conducente, ora ricoverato in ospedale in gravi condizioni. I funzionari ferroviari sarebbero stati presi in ostaggio.

Tutto è accaduto alla stazione di Dhamara Ghat. Un treno veloce, il Rajya Rani Express, ha preso in pieno il gruppo di persone che era appena sceso da un altro convoglio e stava attraversando i binari. Secondo la Bbc, le vittime sono tutte pellegrini hindu diretti a un tempio di Saharsa.

Un funzionario locale ha fatto sapere che tra i morti ci sono anche quattro bambini e 24 donne. Gli abitanti del posto hanno riferito ai media che non c’era personale ferroviario e neanche un sistema per avvertire i passeggeri che stava sopraggiungendo un altro treno.

Un portavoce delle Ferrovie, Amitabh Prabhakar, ha replicato negando negligenza da parte delle autorità e aggiungendo che non era previsto che il treno sostasse nella stazione. Il Rajya Rani Express, al momento dell’impatto, viaggiava a 80 chilometri orari. Secondo il portavoce, in stazione sarebbe arrivata successivamente la polizia con 2mila persone in rivolta.

Foto | © Getty Images