Germania: tre ostaggi nelle mani di un uomo, uno liberato

Questa mattina un 23enne armato ha fatto irruzione nel palazzo del municipio di Ingolstadt. Si tratta di un pregiudicato sotto trattamento psichiatrico, ex di una dipendente.

Uno squilibrato di 23 anni ha fatto irruzione nel municipio di Ingolstadt, in Baviera, prendendo tre ostaggi. Poche ore dopo, ne ha liberato uno, il vicesindaco della cittadina, Sepp Misslbeck. Gli altri due ostaggi, un uomo e una donna, sono in buone condizioni, ma sono già da cinque ore chiusi nell’ufficio del Comune, tenuti prigionieri dal rapitore.

Al momento, non è chiaro se il vicesindaco sia riuscito a scappare, sia stato liberato dalle forze dell’ordine o dallo stesso sequestratore. A quanto pare, quest’ultimo sarebbe stato identificato come uno stalker, pregiudicato e sotto trattamento psichiatrico a Monaco di Baviera.

Avrebbe più volte perseguitato una dipendente del municipio, con cui aveva avuto una breve storia. Gli ostaggi tuttora nelle sue mani sarebbero un centralinista e un impiegato, tutti rinchiusi in una stanza al secondo piano dell’edificio. Il Comune è stato chiuso per motivi di sicurezza.

Questo pomeriggio, il cancelliere Angela Merkel avrebbe dovuto tenere un comizio, ma è stato cancellato. Non ci sarebbero comunque legami tra il rapimento degli ostaggi e la vicenda politica. Il pregiudicato al momento non avrebbe presentato richieste alle forze dell’ordine.

Foto | © Getty Images