Crisi Europa: Heineken Cup, la prossima sarà l’ultima?

Mark McCafferty getta ombre scurissime sul futuro del rugby europeo.

Nubi nere, nerissime si stanno posando sopra l’Europa ovale. Dopo mesi di trattative, infatti, sembra che il futuro della Heineken Cup sia appeso a un filo e quella che inizierà a ottobre potrebbe essere l’ultima edizione della coppa europea.

A mostrare pessimismo è l’Inghilterra e, in particolare, Mark McCafferty – chief executive della Premiership Rugby. Secondo il numero 1 del rugby inglese di club, infatti, le trattative tra l’Erc e i club inglesi e francesi sono ferme da mesi e non si vedono compromessi in arrivo.

“Non abbiamo ricevuto offerte dall’Erc che non siano quella di non cambiare nulla – ha detto McCafferty a Rugby Paper –. Così come stanno le cose, non ci saranno competizioni europee alla fine di questa stagione. E’ finita. Non ci sono le basi. Insistere sullo status quo non è realistico, visto che noi e francesi abbiamo avvisato nel 2012 che volevamo cambiare. Mi piacerebbe dire che si sono fatti passi avanti, ma la realtà è che tutto è fermo da giugno. E’ frustrante vedere come le cose si tirino per le lunghe, noi eravamo disposti a lavorare anche tutta l’estate per una soluzione”.

Una soluzione che restare, per inglesi e francesi, sempre una sola. “Per noi la volontà è quella di trovare una soluzione e di concordare un nuovo formato, ma non può non essere se non sulla base della meritocrazia e senza posti assicurati” chiude McCafferty. Insomma, più posti a Francia e Inghilterra, meno posti a Irlanda, Galles, Scozia e Italia e nessun posto assicurato ai club scozzesi e italiani. Ah, e ovviamente più soldi per loro. Ma questo McCafferty non può dirlo.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo