The Rugby Championship: Australia, Folau si sposta a estremo?

Ewen McKenzie sta valutando diverse opzioni nella linea dei trequarti per reagire alla prova negativa di sabato scorso contro gli All Blacks.

Lontano dal vivo del gioco, quasi mai servito dai compagni, in poche parole non pervenuto. Israel Folau, l’ala che arriva dalla rugby league, non è mai entrato in partita contro gli All Blacks, più per demeriti della squadra che per colpa sua. E, ora, Ewen McKenzie pensa a spostarlo per ottimizzare il suo potenziale.

Folau assente, Jesse Mogg poco convincente. Ed ecco che il nuovo tecnico dei Wallabies sta valutando l’idea di scartare l’estremo – gravi alcuni suoi errori sabato scorso – e spostare Folau proprio allo spot numero 15, dove giocoforza sarà più nel centro del gioco. E dove, dunque, potrà fare la differenza con il suo fisico e le sue qualità tecniche.

“La Nuova Zelanda aveva detto che lo avrebbe curato con particolare attenzione e un modo per renderlo innocuo è quello di non farlo partecipare al gioco. Così tocca a noi farlo diventare protagonista – le parole di McKenzie -. Folau ha giocato quasi sempre (anche nel league) all’ala. Certo, con i Warathas ha sperimentato anche il ruolo d’estremo ed è qualcosa che non escludiamo a priori. E’ un ottimo giocatore e dobbiamo sfruttarlo meglio”.

In alternativa, visto che il vero problema è stata la prestazione di Mogg, McKenzie potrebbe spostare Ashley-Cooper a estremo e dare la prima maglia da titolare a Tevita Kuridrani a centro. Di sicuro i Wallabies devono cambiare, perché quelli visti sabato non hanno chance contro la Nuova Zelanda a Wellington.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia