Video, Tour de France 2018, tappa 12: Thomas trionfa sull’Alpe d’Huez

Geraint Thomas ha vinto la dodicesima tappa da 175,5 km da Bourg-Saint-Maurice Les Arcs alla mitica scalata dell’Alpe d’Huez. Caduta di Vincenzo Nibali, che poi risale in sella.

La Maglia Gialla Geraint Thomas del Team Sky ha vinto la dodicesima tappa da 175,5 km da Bourg-Saint-Maurice Les Arcs alla mitica scalata dell’Alpe d’Huez. Seconda vittoria consecutiva per il gallese che oggi si è piazzato nella volatina finale davanti a Tom Dumoulin (Team Sunweb) e Romain Bardet (AG2R La Mondiale).

La prima parte della tappa è stata animata da una fuga di 28 uomini: Kruijswijk e Gesink della Lotto NL, Valverde e Amador della Movistar, Zakarin della Katusha, Nieve della Mitchelton, Pauwels della Dimension Data, Latour della Ag2r, Barguil e Moinard e Gesbert della Fortuneo, Majka, Postlberger e Muhlberger della Bora, Mollema della Trek, Van Garderen della BMC, Alaphilippe della Quick Step, Gorka Izagirre della Bahrain, Rolland e Martinez della EF, Gaudu della Groupama, Minnard della Wanty, Ten Dam della Sunweb, Edet, Perez e Navarro della Cofidis, Sicard della Direct Energie, Hansen dell’Astana.

Sulla Madeleine Alaphilippe ha conquistato punti per la sua Maglia a Pois e in discesa ha allungato con Muhlberger, ma i due sono poi stati ripresi. Rolland ha attaccato in vista della salita Lacets de Montvernier aggiudicandosi il gpm davanti ad Alaphilippe e poi anche il traguardo volante. Intanto Valverde, Kruijswijk, Latour e Gesink hanno cominciato la loro caccia a Rolland e a loro si sono uniti in seguito anche altri uomini. Kruijswijk ha poi attaccato da solo ed è stato a lungo in fuga in solitaria, con oltre cinque minuti di vantaggio sul gruppo della Maglia Gialla.

Kruijswijk ha cominciato la salita dell’Alpe d’Huez con 4′ 20″ di vantaggioso caso a 3′ 30″ ai -10 km. Lungo la salita finale il primo big ad attaccare, a circa 9 km dal termine, è stato Vincenzo Nibali della Bahrain-Merida, ma quando si è reso conto di non aver creato un gap consistente si è rialzato. Ci ha allora provato Nairo Quintana della Movistar, ma, come per Nibali, Bernal ha chiuso il buco. È stata in seguito la volta di Landa e Bardet, ma il primo è stato subito ripreso, mentre il secondo è riuscito a ottenere un distacco di alcuni secondi, mentre Quintana è andato in crisi.

Ai -4 km Froome è riuscito ad attaccare, nonostante il pubblico oggi particolarmente fastidioso, e nel frattempo è caduto Vincenzo Nibali. Froome è stato raggiunto da Thomas, Dumoulin e Landa e insieme hanno trovato Bardet. A un certo punto i quattro si sono quasi fermati, evidentemente per aspettare Nibali, che si è rimesso in sella. È stato Bardet a rompere il patto e poi è stato raggiunto da Froome e dagli altri tre.

Ai -2,1 km ha attaccato Dumoulin, seguito solo da Thomas, mentre Nibali veniva segnalato a 35″. Alla fine il gruppetto di big si è ricompattato e ha ripreso Kruijswijk e tra di loro Thomas ha vinto la volata finale, mentre Nibali ha chiuso con soli 13″ di ritardo.

Questi i primi dieci al traguardo della 12a tappa:
1) Geraint Thomas (Team Sky) 5h 18′ 37″
2) Tom Dumoulin (Team Sunweb) +2″
3) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +3″
4) Chris Froome (Team Sky) +4″
5) Mikel Landa (Movistar) +7″
6) Primoz Roglic (Team LottoNL-Jumbo) +13″
7) Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) +13″
8) Jakob Fuglsang (Astana) +42″
9) Nairo Quintana (Movistar) +47″
10) Steven Kruijswijk (Team LottoNL-Jumbo) +53″

Queste le prime posizioni della classifica generale dopo 12 tappe:
1) Geraint Thomas (Team Sky) 49h 24′ 43″
2) Chris Froome (Team Sky) +1′ 39″
3) Tom Dumoulin (Team Sunweb) +1′ 50″
4) Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) +2′ 37″
5) Primoz Roglic (Team LottoNL-Jumbo) +2′ 46″
6) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +3′ 07″
7) Mikel Landa (Movistar) +3′ 13″
8) Steven Kruijswijk (Team LottoNL-Jumbo) +3′ 43″
9) Nairo Quintana (Movistar) +4′ 13″
10) Daniel Martin (UAE Team Emirates) +5′ 11″

I Video di Blogo

Video: la volata della prima tappa del Tour de France 2019

Ultime notizie su Tour de France

Tutto su Tour de France →