Hawaii, squalo strappa un braccio a una turista tedesca

Una ragazza tedesca di 20 anni è stata attaccata da uno squalo alle Hawaii mentre faceva snorkeling.

“Urla impressionanti”, così le ha definite un testimone raccontando il fatto alla tv MauiNow, spiegando anche che delle grida del genere, che nella vita non gli era mai capitato di sentire prima, potevano essere giustificate solo dall’attacco di uno squalo.

E infatti la ragazza che ha emesso quelle urla è una turista tedesca di circa 20 anni che mentre stava facendo immersione in mare, vicino alla spiaggia di White Rock, nell’area di Makena nella contea di Maui, è stata attaccata da uno squalo che l’ha morsa a un braccio.

La giovane è stata poi soccorsa da due suoi amici e da una persona in kayak che l’hanno aiutata a tornare sulla spiaggia. Da lì, ovviamente, la ragazza è stata portata in ospedale, dove è arrivata in stato di incoscienza e si è solo potuto constatare che il braccio era irrecuperabile, in pratica le è stato staccato appena sotto la spalla. La vittima è ricoverata al Maui Memorial Medical Center in condizioni molto critiche.

Questo terribile fatto è avvenuto mercoledì, ma le autorità americane locali lo hanno reso noto soltanto ieri sera. Dopo la tragedia che è costata un braccio alla 20enne tedesca, sulla spiaggia di White Rock, ossia quella di fronte alla quale è avvenuto l’attacco, è stato messo un cartello per segnalare l’avvistamento degli squali e avvertire i bagnanti del pericolo che possono correre in quelle acque. Intanto sul posto sono arrivati degli elicotteri per cercare di rilevare meglio la posizione dello squalo. 

L’anno scorso alle Hawaii ci sono stati ben undici attacchi di squali, ma non ci sono vittime dal 2004, quando Willis McInnis, 57 anni, stava facendo surf al lago del parco Pohaku a Maui, ma morì dopo essere stato morso da uno squalo.

Foto | © Getty Images