Terremoto oggi, 16 agosto 2013: sulle coste del Messinese

Le due scosse più forti all’1.04 e all’1.06, oltre 4.0 di magnitudo. Il sisma è stato avvertito distintamente alle Eolie.

La notte scorsa la terra ha tremato in provincia di Messina, sulla costa nord-orientale della Sicilia. All’1.04 e all’1.06 gli strumenti hanno segnalato due scosse di magnitudo 4.1 e 4.2. La gente, sulle Isol Eolie, ha sentito distintamente il sisma e si è riversata in strada per la paura, ma fortunatamente non si segnalano nè danni alle cose nè feriti.

Tantissime le chiamate ai vigili del fuoco che, però, hanno dovuto effettuare soltanto un intervento, a Sant’Agata di Militello, per aiutare un disabile a scendere al piano più basso dell’abitazione. Chi è stato svegliato dal sisma, non ha voluto far ritorno a casa, nonostante le rassicurazioni da parte della Protezione civile. 

D’altronde, immediatamente dopo le due scosse più forti, la terra ha tremato ancora parecchie volte, sempre nella stessa area interessata: alle 5.30 le scosse di assestamento erano state almeno 80, tutti di magnitudo bassa, al massimo 2.6 sulla scala Richter.

L’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha precisato che le due scosse si sono verificate a una profondità di 10,4 chilometri. I comuni più vicini all’epicentro sono: Brolo, Ficarra, Gioiosa Marea, Librizzi, Montagnareale, Patti, Piraino, Raccuja, Sant’Angelo di Brolo e Sinagra.