All Blacks: Sonny Bill Williams, un’offerta olimpica per tornare subito

La Federazione neozelandese avrebbe messo sul tavolo un contratto di tre anni, che porterebbe il centro neozelandese a Rio 2016.

Un contratto di tre anni, che arrivi – dunque – fino al 2016, anno in cui il rugby esordirà alle Olimpiadi di Rio 2016. La NZRU, la Federazione neozelandese, ha fatto un’offerta a Sonny Bill Williams per tornare alla rugby union, anche se i contenuti non sono ancora chiarissimi.

La NZRU, infatti, avrebbe proposto al forte centro di tornare a vestire la maglia dei Chiefs nel prossimo Super Rugby, appena conclusi i Mondiali di rugby league, dove SBW vestirà la maglia della Nuova Zelanda. Insomma, due stagioni di Super Rugby e la maglia degli All Blacks fin dai test match di giugno contro l’Inghilterra per preparare al meglio la Rugby World Cup 2015. E tre anni di contratto per essere a disposizione della Nuova Zelanda anche nella versione 7s, con Rio 2016 l’obiettivo dichiarato.

Insomma, su Sonny Bill Williams si punta forte, ancora una volta. Il giocatore, però, sarebbe libero di accettare questa opzione, ma anche di fare una controproposta. Lui, infatti, vorrebbe onorare l’attuale contratto con i Sydney Roosters, che lo lega al club della NRL fino al 2014. “Abbiamo fatto a Sonny e a Khoder (Nasser, il manager del giocatore, ndr.) un’offerta. Abbiamo parlato con loro e il dialogo è stato positivo, ma non abbiamo messo nessuna firma – ha dichiarato Steve Tew, CEO della federazione –. Ovviamente vogliamo che Sonny torni e giochi a rugby qui, e lo abbiamo messo bene in chiaro, ma ora tutto dipende da loro”.

La sensazione, però, è che se SBW manca alla Nuova Zelanda, anche la maglia All Blacks manchi al giocatore. E l’idea di vestirla alla prossima Rugby World Cup e alle Olimpiadi – dove la Nuova Zelanda arriverà come favorita d’obbligo – è qualcosa che difficilmente si può ignorare.

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

I Video di Blogo