Oprah Winfrey: “Sono stata vittima di razzismo”

La popolarissima conduttrice tv americana racconta la sua esperienza in una boutique svizzera.

La popolarissima star della televisione americana Oprah Winfrey ha rivelato di essere stata vittima di razzismo durante un recente viaggio in Svizzera, effettuato il mese scorso. Lo riferisce la Bbc. La conduttrice era andata a Zurigo per assistere al matrimonio di Tina Turner. Mentre stava facendo acquisti in un negozio di lusso, una commessa si è rifiutata di servirla.

“Queste borse sono troppo costose per lei”. Questa la frase incriminata, pronunciata dalla commessa. Oprah Winfrey, come riferisce Ora.tv, ha deciso comunque di prenderla sul ridere. “Avrei voluto giocare a Pretty Woman in quel negozio e acquistare qualsiasi cosa. Alla fine, però, ho rinunciato”.

La proprietaria della boutique della catena svizzera “Tre Mele” è stato successivamente contattato dall’Afp e ha commentato: “Si è trattato di un malinteso. La commessa ha voluto essere troppo gentile, spiegando che la borsa costava 35mila franchi svizzeri e mostrando alla signora Winfrey versioni più economiche di struzzo, pelle pura e velluto”. 

Trudie Gotz non ha intenzione di intraprendere azioni disciplinari nei confronti della dipendente: “E’ una venditrice altamente qualificata. Lavora anche a St.Moritz e viene utilizzata per trattare clienti di prestigio”. Per la cronaca, le fortune di Oprah Winfrey vengono stimate in 2,8 miliardi di dollari.

Foto | © Getty Images