Terremoto 9 agosto 2013 a Roma: scossa di magnitudo 2.7

Scossa avvertita anche a Castel Madama, Guidonia Montecelio, Marcellina, Palombara Sabina, San Polo dei Cavalieri, Sant’Angelo Romano e Tivoli.

Nella zona di Roma, alle 11.18, è stata avvertita una scossa di terremoto di mangitudo 2.7.

L’epicentro è stato localizzato nel distretto dei Monti Cornicolani-Aniene e si è verificato ad una profondità di 17 km.

I Comuni più vicini all’epicentro sono Castel Madama, Guidonia Montecelio, Marcellina, Palombara Sabina, San Polo dei Cavalieri, Sant’Angelo Romano e Tivoli.

Non ci sono al momento notizie di danni a persone o cose.

Intanto qualche giorno fa, grazie ai satelliti italiani Cosmo-SkyMed, è stata ottenuta la mappa della faglia all’origine del terremoto in Lunigiana del 21 giugno scorso ed è stata inoltre ricavata la mappa degli spostamenti del terreno causati dal sisma.

I ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) hanno rilevato che la zona di massima deformazione corrisponde ad un allontanamento del suolo dal satellite di circa 2.5 centimetri, localizzato ad ovest di Casola.