Cina: caldo da primato a Shangai, già 10 morti – VIDEO

Dieci persone sono state colpite da infarto. Ma c’è chi cuoce una bistecca sull’asfalto rovente.

La Cina suda. Ed è una notizia perché è la prima volta nella sua storia che l’Ufficio meteorologico di Pechino dichiara emergenza di livello 2 per l’ondata di afa che ha colpito in particolare la città di Shangai e le aree limitrofe alla metropoli orientale. 

A Shangai il termometro ha raggiunto i 40,6 gradi e purtroppo ha fatto anche vittime: dieci sono morte d’infarto nel fine settimana. Nel video, si possono vedere alcuni giornalisti locali che cuociono una bistecca sull’asfalto rovente. Altri decessi legati al caldo si sono registrati a Nanchino e a Changsha.

L’allarme di livello 2 è stato lanciato anche per cinque province della Cina orientale, per due di quella centrale e per la metropoli di Chongqing, che si trova nel Sudovest del Paese. In queste zone, secondo le previsioni meteorologiche, il termometro schizzerà a 41 gradi. 

Il luglio 2013 verrà ricordato come il più rovente degli ultimi 140 anni. A Shangai, per 23 giorni consecutivi, si sono superati i 35 gradi con una percentuale altissima di umidità. Barbecue occasionali a parte, una situazione davvero insostenibile. A conferma che il tempo ormai è cambiato dappertutto.

Foto | © Getty Images