Uruguay: legalizzata la marijuana – VIDEO

Il discusso provvedimento passa alla Camera, in Senato non dovrebbero esserci sorprese. Sarà possibile coltivare e possedere la cannabis, il consumo era già legale.

Legalizzata la marijuana in Uruguay: lo ha deciso la Camera dei deputati sudamericana. Ora sarà il Senato a dover ratificare un provvedimento che è stato approvato con 50 voti favorevoli e 43 contrari su 96, dopo oltre 14 ore di dibattito e grazie al sì del Frente Amplio (coalizione di sinistra al governo), che detiene la maggioranza anche in Senato. Dunque, non dovrebbero esserci sorprese.

Con la nuova norma, sarà possibile coltivare fino a sei piante per persona. Non solo. Si potrà acquistare la cannabis, attraverso la creazione di un organismo statale che regolamenterà ogni fase dell’attività. I consumatori registrati potranno acquistare fino a 40 grammi di marijuana al mese attraverso le farmacie autorizzate. 

Fino a oggi, a Montevideo e dintorni era legale “farsi una canna”, ma il possesso o il commercio dell’erba. Secondo la maggioranza di governo, portare tutto alla luce del sole darà un colpo importante alla criminalità. Il Partito nazionale, che invece sta all’opposizione, sostiene che la marijuana è “la droga grimaldello” per estendere il consumo di droghe più pesanti. La diffusione tramite la legalizzazione aumenterebbe fortemente il rischio della tossicodipendenza.

Dopo che il provvedimento sarà ratificato dal Senato, l’Uruguay sarà il primo paese al mondo dove la gestione delle droghe leggere appartiene allo Stato, nell’ambito dell’innovativa strategia di lotta alla tossicodipendenza intrapresa dal presidente, Josè Mujica. Secondo un sondaggio, i due terzi della popolazione uruguayana sono contrari alla legalizzazione della cannabis. Tutti gli altri, però, sono scesi in strada a festeggiare.

Foto | © Getty Images